E’ ufficiale: il figlio del tre volte iridato della Superbike Troy Bayliss sarà al via del campionato australiano Superbike in sella ad una Ducati V4R schierata dal DesmoSport Ducati Team, del quale Troy è co-proprietario.

Oli Bayliss, che ha compiuto 17 anni lo scorso 20 settembre, è reduce da due stagioni nella classe 600, ma ha già debuttato nella classe Superbike, del campionato australiano l’estate passata, mettendosi subito in luce con due terzi posti.

Il più giovane al via


Oli sarà il più giovane pilota a schierarsi nella classe Superbike, ma nonostante la sua età, la sua corporatura robusta – più del padre Troy – gioca a suo favore: il telaio che gli si adatta di più è sicuramente quello della classe regina rispetto a quello della Supersport.

L’iscrizione di Oli nel campionato australiano è un grosso colpo per la serie nazionale: Troy Bayliss, infatti, ha molti legami con l’Europa e non sarebbe stata una sorpresa se avesse deciso di schierare suo figlio direttamente nel mondiale. Invece, almeno per una stagione, correrà nell’Aussie SBK, abbassando nettamente l’età media della griglia di partenza.

Troy Bayliss: "Ha dimostrato di saper gestire la moto"


"È davvero speciale avere Oli al debutto nell’ASBK su una Ducati”, ha Troy Bayliss. “Ha passato due anni correndo con la 600 ora e ha imparato molto, ma vogliamo davvero che continui a fare progressi. Dopo alcune belle giornate in sella alla Panigale V4 R lo scorso anno ha dimostrato di saper gestire la moto.

"In fondo, DesmoSport Ducati è un team professionale e puntiamo ??non solo a vincere, ma anche a crescere come squadra e Oli ha dimostrato di essere in forma, motivato e abbastanza abile da fare questo passo avanti nella sua carriera, quindi non vedo l'ora di scoprire cosa avrà da offrire la stagione 2021", ha concluso Troy Bayliss.

Ben Henry: "Oli è un pilota intelligente"


 "Sono davvero orgoglioso di poter dare a Oli questa opportunità. L'ho visto crescere durante tutta la sua carriera nelle corse su strada e la sua prestazione al Morgan Park lo scorso anno è stata sufficiente per me e Troy per essere fiduciosi nelle sue capacità su una superbike”, ha aggiunto Ben Henry, co-proprietario del DesmoSport Ducati Team. “Sicuramente sarà un'altra ripida curva di apprendimento, ma Oli è un pilota intelligente e se si applica correttamente potrebbe sorprendere se stesso e alcuni altri mentre continua a progredire nel 2021".

Oli Bayliss: "La Panigale V4R è fantastica"


“Sono davvero entusiasta di passare alle Superbike quest'anno e apprezzo molto la fiducia che Ben, papà e Ducati hanno riposto in me”, ha detto Oli Bayliss. “La Panigale V4 R è una moto fantastica da guidare, e i giri e le gare al Morgan Park lo scorso anno mi hanno dato ancora più fiducia di poter essere competitivo contro i migliori piloti australiani. Mi sto allenando più che mai e non vedo l'ora che arrivi il test, in programma a fine gennaio, per salire sulla mia DesmoSport Ducati Panigale V4 R".

Foggy ricorda: “Odiavo l'avantreno di quella Honda NSR 500”