Sulla griglia della Superbike 2021 ci sarà un terzo italiano al fianco di Rinaldi e Locatelli, ovvero Axel Bassani. Il pilota di Feltre infatti ha vinto la sfida con Loris Baz per la sella della V4RS del team Motocorsa e dunque sarà lui a debuttare insieme ai grandi.  
Per il secondo anno completo in Superbike, il team italiano decide dunque di affidarsi ad un giovane e di talento, che va a rafforzare la presenza italiana nel Mondiale.

Come si legge nella nota del team di Lorenzo Mauri, le trattative e le riflessioni sono state lunghe ma alla fine si sono concluse con l’ingaggio del pilota classe 99, vincitore dell’Europeo Supersport nel 2016. 

Dopo Rinaldi sulla Panigale V4R ufficiale ci sarà dunque un altro binomio italiano in casa Ducati: Bassani-Panigale V4 RS.

Lorenzo Mauri: " Sarà una grande sfida per noi"


Lorenzo Mauri, team manager Motocorsa: “Sono fermamente convinto e consapevole oltre che entusiasta della grande sfida che andremo ad affrontare, come team e come pilota misurandoci con squadre ufficiali ed indipendenti con un bagaglio di esperienza importante frutto di anni di partecipazione al Campionato Mondiale Superbike. Essendo un giovane esordiente nella categoria, metteremo a sua disposizione tutto il nostro impegno figlio di una filosofia di vita (dare sempre il 110% e cercare di rendere l’impossibile possibile).

Ed ha quindi aggiunto: "Sarà un campionato che ci vedrà crescere di gara in gara aumentando l’affiatamento tra il collaudato gruppo di lavoro, con cui collaboriamo da diversi anni io stesso mi metterò a disposizione con tuttol’ impegno e l’esperienza, sia a bordo pista (in qualità di ex-pilota) che all’interno del box. Ci sarebbero state strade più semplici da percorrere, ma il nostro carattere ci porta ad accettare con passione le sfide più difficili, quale quella di prendere une esordiente e buttarlo nella mischia".

"Una voglia di crescere fuori dal comune"


Quando e perché è maturata la scelta di ingaggiare Axel è presto detto: "Ho avuto modo di vedere il suo approccio alla guida in un breve test svoltosi la scorsa stagione, presso il circuito di Estoril, e ho visto nei suoi occhi la fame di imparare e una voglia di crescere veramente fuori dal comune.

In quel preciso momento ho capito che sarebbe stato il pilota giusto da mettere in sella il prima possibile, confermo...”

Bassani: "In SBK nessuno va a spasso, ma posso fare bene "


Queste invece le prime parole di Axel Bassani da pilota Motocorsa: “Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con la squadra e di crescere nel corso della stagione come pilota e come uomoAlla fine dell’anno scorso, dopo l’ultima gara del mondiale ad Estoril, ho avuto l’opportunità di fare un test con la loro Ducati V4 RS, purtroppo abbiamo fatto pochi giri a causa delle avverse condizioni meteo, ma già in poche ore di lavoro trascorse assieme, ho potuto vedere la grande professionalità di questo team e il loro grande livello di competenza, trovandomi subito molto bene con tutti i ragazzi.

Non sarà una stagione facile - ammette -  ci saranno molte sfide da affrontare, in WSBK nessuno “va a spasso”, ma sono sicuro che con il giusto metodo di lavoro, con la giusta costanza e anche con l’aiuto di Lorenzo, che in questa categoria ha molta esperienza sia come pilota che come team Manager, riusciremo a toglierci qualche bella soddisfazione.

Voglio ringraziare in modo particolare la mia famiglia per essere sempre al mio fianco, tutto il mio gruppo di lavoro, che fa sempre l’impossibile per mettermi nelle condizioni di dare sempre il 100% e senza il cui supporto non saremmo qui oggi".

SBK Test Jerez, Lowes: “La pioggia? Meglio in gara che nei test”