Non è stato facile, ma finalmente Honda ha inaugurato il proprio 2021 con i primi test del nuovo anno. Il palcoscenico è stato lo stesso del primo tentativo, ossia Jerez, che anche in questa due giorni (ieri ed oggi) ha complicato notevolmente i piani del team di riferimento della casa alata.

Se ieri infatti Alvaro Bautista e Leon Haslam avevano perlomeno potuto beneficiare di pista asciutta nel pomeriggio, oggi il maltempo è tornato a far visita al tracciato andaluso, obbligando il team a smontare già nelle prime ore del pomeriggio.

Haslam: "Buone sensazioni in sella, tornerò ad allenarmi con grande motivazione"


Nonostante le varie difficoltà questa prima mezza giornata in pista risulta essere un importante passo avanti per Honda, che ha potuto ricevere dai propri piloti i primi commenti riguardanti le novità tecniche presenti sulla CBR.

Proprio su questo si concentra Alvaro Bautista, che trasmette positività. “Non siamo stati fortunati con il meteo – ammette – ma finalmente abbiamo avuto mezza giornata per provare gli ultimi aggiornamenti arrivati dal Giappone. Abbiamo raccolto diversi dati e riferimenti utili, in modo da permettere agli ingegneri di continuare il loro lavoro. Nel complesso quindi è stato un test soddisfacente, che ci ha fornito una direzione da seguire”.

Dello stesso avviso Leon Haslam, rinfrancato anche dall’essere finalmente tornato in sella alla sua CBR numero 91. “Nonostante la sola mezza giornata a disposizione – racconta – ho potuto completare diversi giri, raccogliendo informazioni importanti. Il feeling con la moto è stato subito ottimale, anche grazie alle novità presenti: ora tornerò ad allenarmi con ancora maggiore motivazione. Per fortuna potremo testare nuovamente presto, per arrivare pronti ad inizio stagione”.

SBK, Ten Kate vede la luce in fondo al tunnel: il 2021 è possibile