Chaz Davies appare molto agguerrito in vista della stagione 2021. Il gallese, che non ha gradito il fatto di essere stato messo da parte da Ducati ufficiale dopo sette anni, ha trovato una sella sulla Ducati del team satellite GoEleven e adesso punta a togliersi più di qualche sassolino dallo stivaletto..

Anche se potrà contare comunque sul sostegno diretto da parte di Ducati, Davies disputerà la sua prima stagione da indipendente dopo sette anni nel team ufficiale. E proprio il divorzio dalla Casa ufficiale lo aveva portato a ipotizzare la fine della sua carriera.

Il fuoco della vittoria


“Ci sono stati alcuni momenti in cui ho pensato ‘forse questo è il modo migliore per chiudere’. Ho vinto l’ultima gara, ho fatto il mio lavoro e vado a casa a testa alta”, ha confessato Davies durante i recenti test di Jerez, poi non disputati per via della pioggia. Ma dentro di me c’è ancora il fuoco della vittoria che arde, ho ancora dei conti in sospeso e delle gare da vincere”.

Davies è molto soddisfatto della sua nuova sistemazione nel team GoEleven.

“E’ un team familiare, c’è un sacco di passione e già me ne sono accorto. È proprio il tipo di gruppo che vuoi intorno a te. Ho già vissuto delle situazioni simili nel corso della mia carriera e quando trovo questo tipo di ambiente personalmente riesco a dare tutto me stesso”, ha detto il gallese.

Il supporto di Ducati


Il supporto ufficiale di Ducati, però, ci sarà sempre. “In tutta onestà posso dire che, senza di questo, probabilmente oggi non sarei seduto qui, e se sono qui è per vincere. Ho dimostrato che sono in grado di farlo e sento di meritarmi il materiale con cui posso vincere", ha commentato Davies.

L’obiettivo del gallese è dichiaratamente elevato.

“Abbiamo vinto l’ultima gara ma non possiamo cullarci sugli allori, dobbiamo continuare a lavorare duramente. Nel mondiale Superbike non vinci se la tua testa, il tuo corpo e tutto il resto non sono al massimo”, aggiunge Chaz.

Senza dubbio credo che possiamo continuare a lottare per il titolo proprio come tutti gli altri che sono qui. Lo abbiamo dimostrato in precedenza e ancora più recentemente l’ho dimostrato in occasione dell’ultima gara. Per tutti questi motivi sono fiducioso”, conclude Chaz Davies.

SBK: Scott Redding scalpita e si allena a Cartagena