Un’altra rivalità che ha caratterizzato la prima metà degli anni 2000 del Mondiale Superbike è stata quella tra James Toseland e Regis Laconi, compagni di squadra nel team Fila Ducati ed avversari per il titolo fino all’ultimo atto, Magny Cours con il giovane inglese che batte il compagno di squadra sulla sua pista.

L’antefatto


Con la stagione 2003 letteralmente dominata dalle 999F03 di Neil Hodgson e Ruben Xaus contro la sola Suzuki di Gregorio Lavilla a cercare di dare filo da torcere alle due Rosse, per il 2004 Ducati punta sul giovane James Toseland e sul francese Regis Laconi per proseguire quanto fatto vedere dalla moto la stagione 2003. La stagione 2004 è caratterizzata dalla lotta tra i due compagni di squadra in Ducati per il titolo ma anche dal ritorno di Honda con una nuova moto, la Fireblade CBR1000R affidata al team Ten Kate e Chris Vermeulen

Il film della stagione


 

29 febbraio 2004. Parte da Valencia la nuova stagione della Superbike. Volti nuovi e facce storiche per la 17^ edizione del Mondiale delle derivate di serie. Ducati all’assalto con un gruppo di piloti niente male: Toseland, Laconi, Haga, Haslam, Martin, Chili, McCoy, Nannelli. Pronti, via. Pole di Laconi ma il francese non raccoglie nemmeno un punto nelle due gare. Toseland ne fa subito 45 portandosi in testa alla classifica, Laconi clamorosamente fermo a zero.

Phillip Island, round 2. Ancora pole di Laconi che stavolta fa sua gara-1 davanti a Vermeulen e Toseland. In gara-2 fuori entrambe le Ducati ufficiali, vince McCoy davanti a Vermeulen e Walker. Toseland resta in testa alla classifica con 61 punti, Laconi fermo a 25 dopo 4 gare. Secondo è Chili con 56 punti, terzo il rookie Vermeulen con 55 punti, Haga quarto a 43.

Misano, terzo round. Laconi segna 45 punti (1° e 2°) contro i 16 di Toseland (10° e 6°) ma in testa al mondiale ci finisce incredibilmente Chili grazie al terzo posto di gara-1 e la vittoria di gara-2.

Si rimescolano le carte: Chili in testa con 97 punti, 77 Toseland, 75 Haga, 70 Laconi e Vermeulen.

Monza, round 4. Doppietta Ducati Fila con Laconi davanti a Toseland in entrambe le gare. Il francese passa a condurre il Mondiale grazie al doppio ritiro di Chili. Doppio ritiro anche per Haga, Vermeulen raccoglie solo un quarto posto in gara-1.

Oschersleben, 30 maggio, German round. Troy Corser porta in pole la Petronas. In gara-1 Haga centra il secondo successo stagionale dopo la gara-2 di Valencia davanti a Toseland e Chili. Laconi solo sesto. In gara-2 vince Laconi davanti a Toseland ed Haslam. Con il doppio secondo posto, James ritorna in testa alla classifica con 157 punti contro i 155 del francese, Chili 113, Haga 100, Vermeulen 95.

Silverstone, round 6 di una stagione piuttosto rocambolesca o, per dirla in milanese, dei “ciapa no”. Nessuno sembra voler prendere il largo in campionato. Gara-1 fuori entrambe le Rosse ufficiali di Toseland e Laconi. Haga e Vermeulen si spartiscono il bottino con 45 punti a testa. Il podio di Laconi ed il quinto posto di Toseland bastano al francese per tornare leader della classifica scalzando il compagno di box. 171 Laconi, 166 Toseland, 145 Haga, 140 Vermeulen, 129 Chili. Tutti e cinque ancora in lotta per il mondiale.

Laguna Seca. Sembra un paradosso ma il weekend americano parla sì inglese ma la variante australiana. Pole di Martin con la Ducati e doppietta di Vermeulen. Toseland fa 4°/2°, Laconi 5°/3°, Chili 2°/5°, Haga 6°/4°. Toseland torna leader della classifica con 199 punti, Laconi 198, Vermeulen 190, Haga 168, Chili 160.

Brands Hatch, European round. Haga centra una bella doppietta, le due Ducati factory fuori in gara-2 ma il secondo posto di Laconi serve al francese per tornare leader in campionato, Toseland chiude settimo gara-1, Vermeulen fa 4°/3° mentre Chili conclude solo gara-2 ritirandosi in gara-1.

Assen, terz’ultimo appuntamento stagionale. Chili centra la Superpole, Toseland marca 45 punti contro i 27 di Laconi e torna ancora in testa alla classifica.

Situazione di classifica: Toseland 255, Vermeulen 252, Haga 247, Laconi 235, Chili 213. Chili sembra ormai fuori dai giochi, 42 punti da Toseland con 2 round ancora da disputare. Ma tutto può ancora succedere in Superbike in una stagione così rocambolesca.

Imola, penultimo round. L’appuntamento all’Enzo e Dino Ferrari parla francese. Laconi segna pole e doppietta, Toseland fa 3°/2° e scivola al terzo posto in classifica, Vermeulen 2°/6°, Haga e Chili fuori in gara-2. La gara di Imola viene ricordata per l’impresa di Vermeulen che dopo la caduta con conseguenti fratture nel giro di ricognizione di gara-1 riesce a chiudere incredibilmente al secondo posto.

Duelli Sprint: la doppietta SBK di Laconi a Imola 2004

A Magny Cours, casa di Laconi, ultimo atto della stagione, si arriva quindi con tre piloti in lizza ancora per il titolo: Laconi, Toseland e Vermeulen. Laconi ha 285 punti, Vermeulen 282, Toseland 275.

Magny Cours, 3 ottobre 2004. Ultimo atto della stagione. La pole è ancora di Corser con la Petronas. Tripletta Ducati in gara-1 con Toseland, Haga, Laconi. Vermeulen fuori. Restano Toseland e Laconi a giocarsela in gara-2.

Gara-2. Ancora tripletta Ducati con Haga davanti a Toseland e Laconi. I 13 punti guadagnati da Toseland su Laconi tra le due gare portano l’inglese alla conquista del titolo, primo della sua carriera, sulla pista di casa del compagno di squadra.

Laconi chiude secondo e sconfitto, Haga terzo in campionato, Vermeulen quarto e Chili quinto.