Prima giornata di test a Misano che si conclude con il secondo posto di Scott Redding in scia al turco Razgatlioglu. L’inglese di Ducati non ha voluto cercare il tempo per concentrarsi di più sul feeling con la sua moto e verificare che fosse tutto in ordine dopo essere risalito finalmente in sella.

“Oggi è stato un piccolo shakedown”


Dopo aver guidato per i circuiti spagnoli sfruttando ogni momento la Panigale V4R stradale, nella giornata di oggi Scott Redding è tornato in sella alla sua V4R ufficiale per ritrovare il feeling giusto dopo tanto tempo. “Oggi c’erano le condizioni giuste, cielo azzurro, vento un po’ freddo ma sono contento di essere risalito in sella alla mia moto. Per me oggi è stato uno shakedown per ritrovare il feeling. Sono molto contento.” 

“Abbiamo provato delle piccole cose da Brembo”


Scott spiega il lavoro effettuato oggi e su cosa si è concentrato in particolare. “Abbiamo provato delle piccole cose da Brembo, per aiutare la dispersione del calore dei freni. Non c’era la temperatura adatta per capire la differenza, ma la performance è la stessa. Dobbiamo vedere come reagiscono con le temperature più alte.” 

Poi aggiunge: “Abbiamo provato anche delle gomme, per confermare il lavoro svolto a fine dell’anno scorso che è stato buono e qualcosa molto simile al nostro standard.”

Sul programma di domani dice: “Voglio guidare per me stesso, ci sono stati tanti cambiamenti sulla moto che necessitano tempo per essere assimilati. Ho bisogno di tre run consecutivi per capire le modifiche e trovare la performance. Per domani ho delle cose da provare per me.”

“Superbike e MotoGP si assomigliano in termini di sviluppo”


Scott Redding trova che MotoGP e Superbike si stiano avvicinando molto in termini di sviluppo. A tal proposito dice: “La Superbike è quasi vicina alla MotoGP ormai. E ciò è buono per me perché ho passato degli anni di là e non voglio dire che la cosa mi aiuti ma so come funzionano le cose.” 

Poi aggiunge: “La cosa è più marcata con Ducati perché il V4 deriva dalla MotoGP, l’unica cosa che mi manca sono le gomme ed i freni. Non è nulla di nuovo per me

“Rinaldi si sta godendo i test”


Scott spende delle belle parole anche sul suo compagno di box per quest’anno, ovvero Michael Rinaldi. “E’ un bravo ragazzo, l’ho visto diverse volte nel nostro pit box pur con una tuta diversa. Non ho avuto modo di parlargli durante la giornata perché ero impegnato nel mio lavoro, ma andiamo d’accordo. Lui poi è di qui e penso che si stia godendo i test.”

Test SBK Misano: Razgatlioglu "piega" le Ducati di Redding e Rinaldi