SBK test Misano, Rinaldi: “Siamo veloci su giro secco e passo gara”

SBK test Misano, Rinaldi: “Siamo veloci su giro secco e passo gara”© GPAgency

Il riminese del team ufficiale Ducati ha chiuso la seconda giornata davanti a tutti, in sella alla Panigale V4-R. "Abbiamo provato molte soluzioni partendo dalla base del 2020"

16 marzo 2021

La due giornate di test a Misano sono state estremamente positive per Michael Ruben Rinaldi, che ha concluso il Day 2 davanti a tutti nonostante una caduta senza conseguenze. Il nuovo portacolori del team ufficiale Ducati si è trovato immediatamente a proprio agio con la Panigale V4-R, con cui ha dimostrato di poter essere competitivo sia sul giro secco che sul passo gara.

"Sono soddisfatto, perchè siamo riusciti a seguire perfettamente la tabella di marcia che ci eravamo prefissati", spiega il 25enne riminese. "Abbiamo provato molte soluzioni partendo dalla base del 2020, con cui mi sono trovato bene riuscendo ad essere veloce sia con la gomma da tempo, sia nella simulazione di gara".

SBK: il 18 marzo tocca a Go Eleven svelare la livrea

"La moto 2021 la proverò a Barcellona"


Arrivando dal modello 2019, prima di testare gli ultimi aggiornamenti Michael ha girato con la Panigale in versione 2020, trovandosi a proprio agio: "Siccome lo scorso anno ho corso con la moto del 2019, prima di provare gli aggiornamenti 2021 ho preferito provare la moto del 2020. Mi sono trovato immediatamente molto bene, facendo registrare tempi simili a quelli dello scorso anno dopo pochi giri. A Barcellona, però, passerò alla versione 2021 anche io".

Michael sembra non aver perso smalto nonostante i tanti mesi di stop causati dalla lunga pausa invernale: "Sono stato molto veloce, perciò non ho sentito particolarmente lo stop invernale. Dal punto di vista fisico, però, tutti questi giri percorsi si sentono eccome...".

Test SBK Misano: Lucas Mahias in azione con la "vecchia" Ninja

"Rea sarà ancora il pilota da battere"


Il numero 21 è tuttavia consapevole che sarà ancora una volta Jonathan Rea il pilota da battere: "La prima posizione nei test non deve illuderci, perchè mancava Rea che sarà ancora una volta il pilota da battere . Rispetto al resto del gruppo siamo a posto e credo di essere al novanta per cento del nostro potenziale, ma servirà un confronto diretto con Jonathan per capire il nostro livello rispetto al migliore".

SBK, il ritorno (a sorpresa) di Francis Batta

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi