Le due giornate di test del mondiale Superbike sul circuito di Barcellona si sono chiuse con Jonathan Rea davanti a tutti in sella alla nuova Kawasaki Ninja ZX-10RR, con cui ha già iniziato a prendere confidenza e ad essere competitivo sia nel tempo sul giro, sia sul passo gara. Nonostante la moto nuova e le numerose prove di telaio, motore ed elettronica, infatti, il 34enne di Ballymena è riuscito a conquistare il primato sulla pista spagnola davanti alla Yamaha di Gerloff e alla Ducati di Redding.

"Sono state due giornate di test positive", ha detto il sei volte campione del mondo. "Nei precedenti test, abbiamo sempre dovuto rallentare il nostro lavoro a causa del meteo inclemente, ma questa volta non abbiamo avuto problemi ed è stata anche la prima uscita insieme a quasi tutti i nostri rivali. Ci siamo concentrati sul telaio, sul motore e sull'elettronica, in modo da rendere più familiare la nuova Ninja, con cui mi trovo già a mio agio".

"Sono contento del mio passo gara"


Rea ha lavorato sia sul giro singolo, sia in previsione della gara, risultando già competitivo: "Nella seconda giornata abbiamo svolto delle prove con un setup da gara, effettuando anche una simulazione ad un orario simile a quello in cui correremo durante i weekend. Nonostante non l'abbia completata, sono contento del mio passo, così come del tempo sul giro con la gomma SCX più morbida. Siamo veloci, ma possimo effettuare un ulteriore step in avanti".

Il prossimo impegno per il campione del mondo in carica e per il team Provec Kawasaki sarà ad Aragòn, dove continueranno a lavorare sui settaggi del telaio in vista della prima gara stagionale, che sarà sul medesimo circuito nel weekend del 21-23 maggio.

SBK, test Barcellona: Bautista e l'infortunio tenuto segreto