Dopo aver ricevuto la chiamata da parte del team DMR Racing per correre a Misano nel CIV SBK in sostituzione dell'infortunato Alessandro Andreozzi, Leandro Mercado si è immediatamente recato in circuito con il solo obiettivo di girare in pista per arrivare pronto all'ormai imminente inizio del mondiale Superbike, dove correrà con la Honda CBR1000RR-R del team MIE.  

"Con la Honda ho effettuato davvero pochi chilometri, avendo girato soltanto nei test di Barcellona", racconta il pilota argentino. "Quando ho ricevuto la chiamata per correre nel CIV a Misano, quindi, non ho avuto dubbi, perchè sapevo che sarebbe stato un ottimo modo per restare in allenamento in vista della gara di Aragòn del mondiale".

CIV SS600, Misano: Massimo Roccoli vince in Gara 1

"Il livello del CIV è molto alto"


Al termine della giornata di sabato, in cui si sono disputate le qualifiche e, soprattutto, Gara 1, Tati ha fatto un bilancio di questa esperienza nella serie italiana: "Ho notato fin da subito che il livello è molto alto e non così distante dal mondiale. I primi, in particolar modo, vanno davvero forte e riescono a mantenere un gran ritmo per tutta la durata della gara".

Parlando della propria gara, invece, Mercado ha detto di essersi dovuto ritirare a causa di noie tecniche: "Purtroppo la mia Gara 1 si è conclusa anzitempo per via di un problema al cambio. A parte l'ottima partenza, dopo qualche giro facevo fatica ad inserire le marce e spesso entrava la folle. Dopo essere andato lungo in diverse staccate, perciò, ho preferito fermarmi e non prendere troppi rischi".

Leandro avrà comunque Gara 2 per provare a concludere al meglio questo weekend nel Campionato Italiano Velocità, con lo scopo dichiarato di prepararsi per l'impegno mondiale.

CIV Misano, SS300: Tom Booth-Amos vince la prima gara da wild card