SBK, Honda: è arrivato il momento di fare sul serio

SBK, Honda: è arrivato il momento di fare sul serio© GPAgency

Dopo un 2020 complicato con un solo podio all'attivo, lo squadrone HRC è chiamato ad un 2021 da protagonista, con Leon Camier team manager e Bautista e Haslam attesi nelle posizioni di vertice 

Questo fine settimana scatterà – finalmente – il mondiale Superbike sul tracciato spagnolo di Aragòn, dove partirà ufficialmente la stagione 2021 con numerosi motivi d'interesse. Uno di questi sarà la prestazione della Honda CBR1000RR-R che, dopo un anno di intenso sviluppo senza tuttavia ottenere i risultati sperati in gara nonostante una line up di piloti esperti e di alto livello come Alvaro Bautista e Leon Haslam.

Per questo 2021, le intenzioni dello squadrone ufficiale HRC sono chiare: arrivare al vertice con un mezzo ancora più evoluto e due piloti come lo spagnolo e l'inglese, i quali conoscono bene la moto e potranno iniziare a spingere al massimo fin dal primo appuntamento, che si disputa proprio sulla pista in cui Bautista è riuscito a salire sul podio lo scorso anno.

SBK, i "giri della discordia": Ducati ancora al top

Camier team manager: la scelta giusta?


Una delle grandi novità per quest'anno in casa Honda, riguarda l'arrivo di Leon Camier nel ruolo di team manager. L'ex pilota tenterà di mettere la propria esperienza a disposizione del box con il chiaro intento di guidare lo squadrone ufficiale della Casa di Tokyo verso una vittoria che non sarà facile da raggiungere vista l'agguerrita concorrenza, a partire dal solito favorito d'obbligo, ovvero Jonathan Rea.

Se è vero che la pandemia ha limitato lo sviluppo della Fireblade, è altrettanto vero che la coppia formata dal numero 19 e dal 91 è una delle più esperte in griglia e sarà obbligatoria almeno un'affermazione sul gradino più alto del podio il prima possibile per non decretare come fallimentare un progetto che, almeno alla vigilia della nuova stagione, non ha ancora mostrato tutto il proprio potenziale.

Da non dimenticare, inoltre, che ci sarà anche Leandro Mercado al via con la Honda, seppur nel team MIE Moriwaki, il quale ha già dimostrato nel CIV SBK a Misano di poter essere un possibile outsider che, anche se non si giocherà le primissime posizioni, potrà fornire un importante feedback in più sulla CBR, con cui correrà per la prima volta nel mondiale.

SBK, per BMW sarà l'anno della svolta con la nuova moto?

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi