A due settimane di distanza dal secondo round stagionale ad Estoril, il mondiale Superbike torna in pista per l'appuntamento italiano al Misano World Circuit "Marco Simoncelli". Una tappa che, almeno in parte, permette un ritorno alla normalità grazie alla presenza del pubblico sulle tribune, oltre a presentare una grande novità tecnica per quel che riguarda le gomme, visto che Pirelli introdurrà una nuova mescola per la Superpole.

Il grande favorito d'obbligo è ancora una volta Jonathan Rea, che con la Kawasaki è sempre stato particolarmente competitivo sul circuito romagnolo e tenterà la fuga in classifica, ma non mancherà la concorrenza, a partire dal compagno di squadra Alex Lowes e i "soliti" Redding e Razgatlioglu che, dopo i problemi dell'ultima gara in Portogallo, andranno a caccia del primo posto senza mezzi termini.

Orari TV SBK Misano: le dirette di Sky e TV8

Italiani in cerca di riscatto


Chi avrà una gran voglia di mettersi in mostra saranno i quattro piloti italiani al via e, in particolare, Andrea Locatelli e Michael Ruben Rinaldi. Per Loka l'apprendistato con la Superbike sta proseguendo in maniera positiva, ma non è ancora riuscito a lottare seriamente per le posizioni da podio e Misano potrebbe essere il posto giusto per riuscirci, mentre il pilota ufficiale Ducati cercherà il riscatto dopo la scofrtunata carambola di Estoril con Garrett Gerloff, il quale partirà dalla corsia box in Gara 1.

Infine, saranno numerosi anche i possibili outsider, come il "solito" Davies con la Ducati del team Go Eleven e Bassani con quella del team Motocorsa, le BMW M1000RR ufficiali di Sykes e Van Der Mark, sempre competitivi in passato su questo tracciato, senza dimenticare le Honda HRC di Bautista e Haslam, vere e proprie incognite ad ogni round.

SBK: Bassani, Motocorsa e Ducati, un trio italiano di belle speranze