Quello che si è appena concluso al Misano World Circuit Marco Simoncelli è stato il miglior fine settimana di questo avvio di stagione nel mondiale Superbike per Axel Bassani, il quale ha collezionato due settimi ed un sesto posto in sella alla Ducati Panigale V4-R del team Motocorsa.

Un weekend che, nonostante i grandi risultati, non è stato semplice, come racconta lo stesso Bassani: “E' stato un ottimo fine settimana, ma non è stato facile per via delle condizioni che abbiamo trovato, estremamente calde, che mi hanno fatto faticare per trovare un buon assetto. In Gara 2 sono partito molto male, passando dalla sesta posizione alla dodicesima, ma sono felice del mio recupero”.

Anche ad Estoril non siamo andati male nonostante qualche noia tecnicache non ci ha permesso di esprimerci al meglio, ma qui a Misano abbiamo fatto un ottimo lavoro fin dal primo giorno e questi risultati sono il frutto del nostro duro lavoro”, prosegue il numero 47.

SBK Misano, Razgatlioglu: “Sono felice, ero stufo di arrivare secondo”

"Ho ancora bisogno di fare esperienza"


Anche dal punto di vista tecnico, la Ducati di Axel è risultata competitiva: “La nostra moto non è così diversa rispetto alle ufficiali di Rinaldi e Redding, anche se chiaramente non abbiamo la stessa struttura. Abbiamo comunque un pacchetto tecnico con cui è possibile ottenere buoni risultati, ma ho bisogno di fare esperienza per poter arrivare ai livelli dei primi”.

Lottare con campioni del calibro di Alvaro Bautista e Tom Sykes è una sensazione incredibile che dà più gusto alla bagarre, perchè li rispetto ma sono anche e soprattutto degli avversari da cui posso imparare”, conclude il pilota classe '99.

SBK Misano, Rinaldi: “Gara 2? Ho dato il massimo come in tutto il weekend”