Il round di Misano in Superbike ha generato sorprese e certezze tra gli addetti ai lavori e non solo, le vittoria di Rinaldi in Gara 1 e di Razgatlioglu in Gara 2 hanno evidenziato un potenziale cambio di rotta nelle derivate di serie, sottolineato dallo stesso Jonathan Rea, ancora saldamente in testa alla classifica. Tra i piloti che in futuro tenteranno l’assalto al trono, non si può escludere Garrett Gerloff, dodicesimo in Gara 1 ma protagonista di Gara 2, dove ha conquistato un preziosissimo quinto posto finale, mostrando un buon feeling con la sua Yamaha.

Gerloff si prepara alla prossima gara: “Donington? Ci ho girato solo nei videogiochi”


Il quinto posto in Gara 2 ha sancito un risultato importante per l’americano dopo un week-end di prove non facile, caratterizzato da problemi di set-up. Al termine della gara, il pilota Yamaha ha espresso soddisfazione per la prestazione: “Ho fatto il meglio che ho potuto in questo week-end di gara dalle condizioni difficili; è davvero bello avere la moto che funziona bene ed essere stato costante durante il fine settimana. Bello concludere il week-end con una nota positiva".

Il 26enne pilota americano guarda con fiducia al prossimo appuntamento: "Sicuramente è stato difficile ma è buono non sentire problemi sulla moto. In questo modo so di affrontare le prossime gare con una buona configurazione della moto, quindi sono contento di questo quinto posto. Prossima gara? A Donington non ho mai corso, ci ho girato solo nei videogiochi ed è come se la conoscessi già.

La Superbike si prepara dunque al quarto round che andrà in scena sulla storica pista di Donington Park. Nel 2019, l’ultimo anno in cui si è corso sul tracciato inglese, il leader del campionato Rea fece tripletta tra Gara 1, SuperPole e Gara 2. Il campione inglese, dopo la (relativa) battuta d’arresto di Misano, proverà ad allungare sull’agguerrita concorrenza, che gara dopo gara prova a mettergli le ruote davanti.

SBK Misano, Razgatlioglu: “Sono felice, ero stufo di arrivare secondo”