Seconda ed ultima sessione di giornata per la Superbike in quel di Donington accompagnata dal sole, il che già è una piccola notizia. L’altra notizia (più importante) che regala la FP2 riguarda Garrett Gerloff, che nel giorno del suo debutto a Donington è già davanti a tutti. Al termine della sessione infatti è lo statunitense a guardare tutti dall’alto con il suo 1’27”524, un tempo già molto interessante.

Ad inseguire il texano di casa GRT c’è Jonathan Rea, che incassa già 329 millesimi, con Toprak Razgatlioglu terzo a mezzo secondo. Quarta  posizione per Alex Lowes seguito dalla prima delle Ducati: si tratta della numero 45 di Scott Redding, apparso non ancora soddisfatto della sua situazione, ma comunque davanti al compagno Michael Ruben Rinaldi, esattamente ad otto decimi da Gerloff.

Top ten per Locatelli


Nelle prime posizioni trova spazio anche la Honda, grazie ad un Leon Haslam pimpante in casa, che precede un positivo Lucas Mahias, Michael Van Der Mark con la BMW ed Andrea Locatelli: l’azzurro è sembrato in grande spolvero nella parte centrale della sessione, salvo poi perdere posizioni ed incassare un secondo dalla prima posizione.

Peggio è andata a Chaz Davies, soltanto 12° ad un secondo e mezzo seguito dai compagni di marca Axel Bassani e Tito Rabat, mentre Alvaro Bautista annaspa in 15° posizione, con ben due secondi da recuperare. Primi giri del weekend infine per Eugene Laverty, 18° a due secondi e mezzo, mentre è rimasta al box la moto di Kohta Nozane, costretto ad alzare bandiera bianca.

SBK, ufficiale: Razgatlioglu e Yamaha insieme per altre due stagioni