Delle 104 vittorie complessive e marcate SBK, Johnny Rea ne ha ottenute ben 12 ad Assen. Ciò significa che il Van Drenthe piaccia parecchio al numero 1, pronto a tornare in Olanda dopo l'assenza forzata del 2020. Il nordirlandese ed il team Provec KRT vanno nell'Università per recuperare il gap patito da Toprak Razgatlioglu e la sua Yamaha, in lotta con la verdona anche per altre graduatorie.

Come farà il sei volte iridato a contrastare la furia turca? Innanzitutto, facendo leva sulla grossa esperienza maturata fra i cordoli blu, bianco e rossi: "Infatti - ecco le parole del Cannibale - non vedo l'ora di correre ad Assen. Il circuito offre un layout unico, le curve sono veloci ed i cambi di piega assai rapidi".

Per Johnny, la cattedrale delle due ruote è da ritenersi tra le migliori di tutto il calendario: "Sì - conferma - parliamo di una delle piste più belle di tutto il Mondiale. Lì ho maturato bellissimi ricordi ed il fatto che avremo il pubblico è un vantaggio per tutti noi. Spero che potremo trarre benefici dal mio gusto relativo al tracciato, sapendo che sia buono pure per la nostra Ninja".

Obiettivo di Johnny: ovviamente, vincere. Alex Lowes pensa già al 2022


Se si pone la domanda a Rea, saprete già quale sarà la risposta: "Il nostro ed il mio obiettivo - svela, sebbene non ci siano segreti - è quello di vincere in Olanda. Dovremo lavorare in modo intelligente e con calma, in previsione delle gare programmate per il fine settimana".

Alex Lowes cerca la conferma in squadra. Forte di buoni risultati, l'inglese punta a fare bene anche al Van Drenthe: "Andiamo a correre su una pista fantastica - dichiara - una delle mie preferite. Lì ho gareggiato nel BSB ed ho ottenuto il mio primo podio iridato, nel 2014".

Però, siamo nel 2021 e il gemello di Lincoln ha la testa focalizzata su questa e sulla prossima stagione: "Si tratterà del mio primo round ad Assen con la Ninja - vero, come spiegato prima: nel 2020 niente Olanda per la SBK - voglio lottare per il podio, lavorando con il team 22, cioè, la mia squadra".

Salta il Gran Premio di Thailandia: Dorna alla ricerca della sostituzione