Il venerdì di Garrett Gerloff si è raddrizzato, in maniera egregia, nelle FP2, dove l’americano è riuscito a chiudere in seconda posizione, tempo che gli ha permesso di mettersi alle spalle di Jonathan Rea anche nella combinata. Per il pilota Yamaha, la recente esperienza in MotoGP proprio ad Assen sembra avergli fruttato una buona dose d’esperienza su un tracciato che prima non conosceva, anche se lui non sembra essere di quest’opinione.

Gerloff parla del mercato piloti: “MotoGP? Nessun offerta, contento di aver rinnovato con Yamaha”


Il secondo posto nella combinata delle libere di Assen conferma la velocità di Gerloff, eppure il pilota Yamaha non sembra aver trovato giovamento della recente esperienza in MotoGP proprio sul tracciato olandese: Forse in realtà è stato peggio fare l’esperienza in MotoGP perché su questo tracciato ho guidato la Superbike nel modo in cui avevo imparato con la MotoGP. Le caratteristiche delle due moto sono diversissime, sarebbe stato meglio non averlo fatto”.

L’americano si dice soddisfatto soprattutto delle FP2: “Nella prima manche lottavo un po' con la moto, nella seconda mi sono ripreso e ho guidato bene. Mi sono trovato meglio con la Superbike che con la MotoGP ad esempio nelle buche, ovviamente questa differenza è dovuta anche per le  gomme”. Un’ultima battuta è sul suo frequente accostamento al motomondiale: “Offerte dalla MotoGP?  Non ci sono state, sono contento di aver rinnovato con il mio team”.

Rea in testa ma punta a migliorare