A Jonathan Rea piace tanto correre in Repubblica Ceca, al punto da aver chiamato il cane di famiglia "Brno". Però, questo fine settimana vedremo il round SBK su un circuito non di proprietà della famiglia Abraham. Il Motodrom Most rappresenta una novità per tutti: "Andare su un circuito nuovo è sempre emozionante - le parole del Campione in carica - infatti, di solito, guardo immagini di gare MotoGP del passato e della Superbike. In questo caso, è difficile trovare video o azioni attendibili".

Insomma, il nordirlandese sa cosa sarà necessario fare: "Girerò con la bicicletta e camminerò coi ragazzi della squadra - ecco la soluzione - perché è molto bello imparare qualcosa di nuovo. Il layout sembra carino, ci sono curve veloci e fluide. Godiamo di un'ampia finestra utile per il set up della nostra Ninja, sarà imporante trovare un buon equilibrio il venerdì. Mi piace essere sotto pressione, quando c'è poco tempo per provare".

Lowes, confermato e "tranquillamente" carico


Alex gode di un contratto rinnovato con Kawasaki e, naturalmente, firmato insieme al team Provec. Molto bene per lui, che può pensare a Most con la mente libera: "Non so molto di quella pista - ammette - perciò farò i compiti prima di arrivarci. Ho guardato qualche video dal telefono, chiedendo anche informazioni a chi già è stato lì".

Il tracciato ceco potrebbe piacere all'inglese di Lincoln: "Sembra un layout diverso dai soliti - la sua analisi - e penso che la base di assetto della nostra ZX-10RR possa funzionare bene ovunque. Ecco perché siamo fortunati. Sarà una bella sfida, non vedo l'ora di guidare".

La pandemia ha fatto danni: persi 94 milioni di euro dalla MotoGP