SBK Most, Uribe: "Il fuoco è più pericoloso di una moto da corsa"

SBK Most, Uribe: "Il fuoco è più pericoloso di una moto da corsa"© GPAgency

Jayson sta disputando il round ceco con la Kawasaki Pedercini ed è un pompiere volontario negli USA: "Domare un incendio è più complicato di quanto non sia affrontare una gara. In America come in Italia: i piromani sono individui stupidi"

Indossa la tuta di pelle e la usa tra i cordoli, ma si protegge con l'armatura ignifuga, lanciandosi tra le fiamme. Jayson Uribe, statunitense, è un pilota professionista impegnato nel weekend SBK di Most con la Kawasaki Pedercini. Il californiano dopo i primi turni cronometrati, ha apprezzato la pista ceca: "Difficile, tecnica, selettiva - racconta - non ci avevo mai girato e devo dire che sia davvero interessante e condurre al limite una moto da corsa non è facile".

Vero, guidare al limite non è facile. Anche se c'è di peggio: "Il fuoco, quello non scherza - spiega - e neppure perdona. In sella si ha la sensazione di aver tutto sotto controllo e, in effetti, così è. Invece, quando si deve domare un incendio si rischia davvero".

Come si fa nelle corse con gli allenamenti ed i test, il "fireman" arriva preparato alla situazione: "Certo - conferma - abbiamo sessioni dedicate ad ogni fattispecie, perché le fiamme sono sensibili a tanti fattori. Ad esempio, l'ossigeno. Oppure, il vento. Altro ancora, il territorio. Insomma, gareggiare è dura, ma domare un incendio lo è molto di più".

Piromani, soggetti inetti

Quanto accaduto in Italia nelle ultime settimane - particolarmente in Sardegna e Sicilia - non è sfuggito all'attenzione di Jayson, che esprime il suo punto di vista: "Caspita, che brutta cosa - esclama, con l'espressione di colui che sa benissimo come siano terribili certi momenti - le fiamme hanno distrutto boschi ed ettari di terreno, arrivando pure alle abitazioni".

Come sappiamo, i roghi sono stati appiccati da piromani, ovvero, individui non propriamente considerabili quali esempio positivo della società: "Succede così anche negli Stati Uniti - svela - c'è sempre lo stupido di turno a rovinare tutto. Non so bene i motivi di tali atteggiamenti dei piromani italiani ma, come in America, l'idiozia è una caratteristica comune ed assolutamente diffusa".

Uribe si lancia nel pericolo e non lo fa per denaro: "Sono un volontario - ecco il dettaglio più bello della storia - come lo sono tanti altri. Abbiamo addestramenti intensi, durante i quali simuliamo quantro potremmo trovarci in situazioni di allarme".

 

 

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi