SBK Most, Redding: “Toprak? Non mi piace il suo modo di sorpassare”

SBK Most, Redding: “Toprak? Non mi piace il suo modo di sorpassare”© GPAgency

Al termine di Gara 1, l'inglese di casa Ducati non ha nascosto un po' di disappunto per il secondo posto. "Se non mi fossi rialzato all'ultimo giro, saremmo caduti sia io che lui"

La prima gara sul tracciato di Most si è conclusa con il secondo posto alle spalle di Razgatlioglu per Scott Redding, che dopo aver guidato il gruppo per buona parte della corsa è stato beffato dal turco nel corso dell'ultimo giro.

“Il modo di sorpassare di Razgatlioglu è rischioso”


Un risultato che lascia l'inglese della Ducati soddisfatto a metà: “Sono stato in testa per la quasi totalità della corsa, ma tutto sommato sono soddisfatto di questa seconda posizione. Ciò che mi ha dato fastidio è stato l'atteggiamento di Toprak, forse fin troppo rischioso in una pista pericolosa come questa”.

Comunque mi sono trovato bene sulla moto e sono riuscito ad imporre il mio ritmo alla gara, perciò sono soddisfatto perchè sapevo che non sarebbe stato facile arrivare davanti. Non mi piace il modo di soprassare di Razgatlioglu, perchè è davvero rischioso”, spiega il numero 45. “Se non mi fossi rialzato quando ha tentato l'ingresso, saremmo arrivati al contatto e probabilmente saremmo caduti entrambi”.

SSP300, Most: Victor Steeman vince in solitaria, secondo Konig

“Non voglio ancora pensare al campionato o all'anno prossimo”


Pensando al campionato, invece, Scott non si fa illusioni: “Sono contento di sapere che Jonathan stia bene dopo la caduta, ma non penso alla classifica e continuo ad andare avanti gara per gara cercando di fare il massimo. Non nascondo che oggi avrei voluto vincere, ma le gare sono anche questo e non voglio guardare troppo avanti. Men che meno all'anno prossimo e a cosa mi riserverà il futuro”.

Il circuito, comunque, oggi era davvero scivoloso e lo dimostrano le tante cadute. Io però mi trovavo a mio agio e, anzi, sono anche riuscito a sfruttare l'accelerazione della mia per uscire più forte degli altri dall'ultima curva. Penso di aver fatto la differenza rispetto agli altri piloti in sella alla Ducati”, conclude Redding.

MotoGP Stiria, Qualifiche: zampata Ducati con Martin e Bagnaia

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi