SBK Most, Rea: “Scott e Toprak avevano un passo migliore del mio”

SBK Most, Rea: “Scott e Toprak avevano un passo migliore del mio”© GPAgency

Il nordirlandese ha chiuso la domenica sul tracciato ceco con due terzi posti. "Ci manca accelerazione, lavoreremo su questo aspetto nei prossimi test. Il campionato è ancora lungo"

Quello di Most non è stato il miglior weekend per Jonathan Rea, che al termine del fine settimana ha visto la propria leadership nella classifica di campionato assottigliarsi a soli tre punti da Razgatlioglu, ormai diretto rivale per il Mondiale. La domenica si è infatti conclusa con due terzi posti in Superpole Race e in Gara 2 per il campione del mondo in carica, che non è riuscito ad essere davvero incisivo in sella alla Kawasaki ufficiale.

In Gara 2 ho optato per una scelta conservativa delle gomme, perchè la temperatura dell'aria e dell'asfalto si è alzata rispetto alla Superpole Race e non ero sicuro di quale sarebbe stato il degrado negli ultimi giri. Inizialmente il mio ritmo è stato competitivo, anche se sono rimasto dietro a Locatelli per troppo tempo, ma nella seconda parte di gara Scott e Toprak avevano un passo migliore rispetto al mio”, spiega il nordirlandese.

SBK Most, Redding: “Il rischio più grande l'ho preso sul podio”

"Nessun problema fisico, ma ci serve più accelerazione"


Dopo la caduta di Gara 1 non mi sentivo in forma e provavo dolore, ma il mio fisioterapista ha fatto un ottimo lavoro e, una volta in sella, non ho più avvertito alcun fastidio né alla spalla, né alla schiena, nonostante le numerose buche presenti sulla pista”, prosegue il numero 1.

Johnny ha poi indicato l'accelerazione come il vero punto debole della sua Ninja ZX-10RR: “Lo scorso anno riuscivo ad arrivare davanti alla staccata della prima curva anche partendo dalla seconda fila, mentre quest'anno pur scattando dalla pole non ho molta accelerazione. Yamaha e Ducati sono avanti sotto questo aspetto e, in una pista come questa in cui la prima curva è molto lontana dal traguardo, ho poche possibilità di restare in testa. Ci lavoreremo nei prossimi test al Montmelò”.

Infine, non è mancato uno sguardo alla classifica di campionato: “Siamo ancora leader nonostante il brutto weekend, ma manca ancora tutta la seconda parte di stagione, perciò dobbiamo stare attenti a Toprak. Abbiamo molta esperienza e sappiamo come affrontare queste situazioni, perciò possiamo giocarcela fino alla fine”.

SSP300 Most: Buis vince Gara 2 in volata davanti a Booth-Amos

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi