Che il campionato dovesse restare aperto ancora per molto tempo era già un fatto evidente, ma adesso prende sempre più piede l'idea che possa concludersi solamente all'ultima gara. Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea continuano a braccarsi a vicenda, con il pilota turco che sfruttando l'errore di Rea in Gara 1 e portando a casa punti importanti si riporta sotto in classifica, a 3 punti di distanza. La vittoria di Scott Redding in Gara 2 avvicina anche il pilota Ducati, che adesso si trova a 50 lunghezze dal pilota della Kawasaki.

Rea, Razgatlioglu e Redding i protagonisti indiscussi


Sono loro i tre i mattatori di questo campionato di Superbike, con i successi di Gara 1 e della Superpole Race, Toprak Razgatl?o?lu conquista la quinta vittoria in stagione, il tutto condito da 14 podi totali. I due terzi posti di Rea valgono al pilota inglese il 15esimo podio in stagione (coinciso con il 200esimo in carriera in Superbike), mentre per agguantare la nona vittoria dovrà aspettare il prossimo round. Terzo successo in stagione per Redding, che dopo un filotto di secondi posti torna sul gradino più alto del podio.

Locatelli si inserisce nella lotta per il quarto posto


Dal quarto posto in giù la situazione è molto aperta, Alex Lowes mantiene la posizione alle spalle di Redding con 143 punti seguito da Rinaldi a 8 lunghezze. Gerloff segue l'italiano in sesta posizione con 127 punti seguito da Locatelli che lo marca stretto ad un solo punto. Dopo le splendide ultime prestazioni, tra cui un altro podio in Gara-1, il pilota italiano si è avvicinato ai piloti che lo precedono ed entra di diritto nella lotta per il quarto posto. Chiude la top ten Chaz Davies, con Axel Bassani in dodicesima posizione, alle spalle di Alvaro Bautista.

Ecco la classifica della Superbike