SBK Navarra, Razgatlioglu: “Qui non mi sento forte, ma voglio lottare”

SBK Navarra, Razgatlioglu: “Qui non mi sento forte, ma voglio lottare”© GPAgency

Dopo aver chiuso al terzo posto Gara 1, Toprak non ha nascosto il proprio disappunto: "In alcune curve il feeling non è buono e faccio fatica, ma non mi piace correre in solitaria"

La prima gara del weekend della Superbike sul circuito di Navarra si è conclusa con un terzo posto per Toprak Razgatlioglu, che dopo essere partito dalla terza fila ha avuto un ottimo stacco ed è riuscito a limitare i danni dal punto di vista della classifica, nonostante sia transitato sotto la bandiera a scacchi con oltre cinque secondi di distacco dal vincitore Scott Redding.

La partenza è stata buona, ma alla fine del secondo giro, mentre ero alle spalle di Locatelli, mi è entrata la folle e ho perso tempo. Redding è stato davvero veloce oggi, mentre Rea pensavo di poterlo raggiungere quando ha commesso l'errore, ma ne ho commessi alcuni anche io e questo terzo posto è stato il massimo risultato possibile in queste condizioni”, ha detto il turco al termine della corsa.

SBK, Auf wiedersehen BMW: Sykes in Honda (con Davies?)

“Il feeling non è buono, faremo dei cambiamenti”


Questo fine settimana non mi sento forte come nei precedenti. Il feeling non è buono, specialmente in alcune curve, e anche se il risultato finale non è negativo, io voglio di più. Domani effettueremo una scelta delle gomme diversa ed utilizzeremo un differente settaggio dell'elettronica, perchè a me piace lottare, non correre da solo come ho fatto oggi per quasi tutta la corsa”, prosegue il pilota ufficiale Yamaha.

L'ottava posizione in Superpole non ha certamente aiutato il numero 54: “Non so che cosa sia successo di preciso durante le qualifiche, ma non mi sono trovato bene sul giro secco e non sono stato in grado di partire vicino ai miei avversari. Nella Superpole Race punterò ad un buon risultato per poter partire più avanti in Gara 2, perchè non voglio perdere ulteriore terreno in classifica”.

SBK, Ducati-Bautista: è (ri)fatta

“Per il mondiale sarà una lotta a tre”


Pensando al campionato, comunque, Toprak ha le idee chiare: “La lotta per il mondiale sarà un affare a tre tra me, Rea e Redding. Jonathan è sempre veloce, ma la Ducati ha dimostrato di andare forte con il caldo e sui rettilinei, perciò non va sottovalutata. Il nostro pacchetto però è ottimo e già da Magny Cours punteremo a tornare a vincere, ma il weekend di Navarra è ancora lungo perciò è presto per pensarci”.

MotoGP: Maverick Vinales potrebbe testare l'Aprilia a Misano

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi