Può dirsi soddisfatto del risultato della seconda gara e del weekend Scott Redding. Pur disputando una gara non semplicissima, sempre in coda alla Yamaha di Razgatlioglu e alla Kawasaki di Rea non disponendo del pieno potenziale della sua V4R, l’alfiere Ducati ha portato a casa un altro ottimo risultato, secondo alle spalle del turco, in questo weekend spagnolo riducendo a 38 le lunghezze di ritardo in campionato e tornando prepotentemente in corsa per il titolo.

“Passato Rea ho cercato di riprendere Razgatlioglu ma rischiavo troppo”


Scott Redding chiude la seconda gara della domenica con un importante secondo posto alle spalle di Razgatlioglu, il che gli permette di uscire da Navarra con un bottino di 57 punti complessivi sui 62 a disposizione. Una gara non facilissima per l’alfiere Ducati, sempre alle spalle dei due leader di classifica e non riuscendo a sfruttare il pieno potenziale della sua V4R. "Perdevo leggermente l’anteriore e non riuscivo a passare sul dritto, il posteriore andava bene ma quando arrivavo alla corda la moto scivolava tanto.” 

Poi aggiunge: “Sono contento. Ad un certo punto della gara ero un po’ stanco per aver disputato tutti i turni sotto il caldo. Mi sono detto che terzo poteva andare bene ma sentivo di avere ancora qualcosa e sono riuscito a passare Rea. Ho provato a spingere per andare a prendere Razgatlioglu ma rischiavo troppo e mi sono accontentato del secondo posto, non volevo rischiare di cadere. Se fossi stato davanti avrei avuto il passo per vincere, ma stando dietro non sono riuscito a guidare come volevo. Ho portato a casa punti per il campionato, ho vinto la Superpole Race e non vedo l’ora che arrivi Magny Cours.” 

“Avrei potuto anche vincere questa gara”


L’alfiere Ducati si rammarica per non aver avuto la giusta aggressività all’inizio per portare a casa la terza vittoria del weekend. “Teoricamente avrei potuto vincere anche la gara di oggi, se fossi stato un po’ più aggressivo all’inizio come lo sono stato ieri. Ma delle volte non è possibile prendere quel rischio in più, il passo gara era più veloce rispetto a ieri. Se riesco a mantenere questo passo nella seconda parte della stagione posso anche pensare di poter vincere il campionato.” 

Poi ritorna su qualche piccolo problema avuto in gara ed il sorpasso a Jonathan Rea: “Nei primi due giri di gara la frizione era un po’ scivolosa perchè si è scaldata a causa del tempo passato sulla griglia ma poi è tornata normale. Avevo problemi all’anteriore ma anche Rea non era messo bene. Ho solo aspettato il momento giusto per colpire vedendolo più in difficoltà di me sul davanti.

“Per il campionato ci sono sempre stato”


In chiusura Redding parla della situazione di classifica che vede i tre piloti in testa separati da 38 punti. “L’ho sempre detto da inizio anno, per il campionato siamo noi tre in lotta, Rea, Toprak ed io. Per le gare anche ma con l’inserimento di Rinaldi e Locatelli. Più o meno siamo andati male tutti e tre, il che è bello per il campionato, ma nelle gare siamo sempre insieme. Per me si sta mettendo bene, per gli altri due un po’ meno.”