Il direttore esecutivo del mondiale Superbike, Gregorio Lavilla, dopo il round di Navarra ha parlato della seconda parte della stagione 2021, in cui il campionato dovrebbe anche spostarsi in circuiti extraeuropei per i round di San Juan in Argentina e quello di Mandalika in Indonesia.

"Al momento, confermiamo di avere la possibilità di andare in Argentina in quanto il tracciato è pronto ad ospitarci permettendoci di restare in una sorta di bolla che ci eviterebbe la quarantena. Chiaramente la situazione è in divenire e svolgiamo regolarmente dei meeting per capire come muoverci per evitare la cancellazione come è purtroppo accaduto lo scorso anno, ma la situazione-Covid è difficile da prevedere", spiega l'ex pilota.

Anche per il round indonesiano si vivrà una situazione simile: "Il discorso è analogo anche per l'Indonesia, dove però il circuito è ancora in costruzione e dovrà essere soggetto all'omologazione avendo al proprio interno anche il centro medico, l'eliporto e la direzione gara. Andremo a correre lì a novembre e i lavori stanno procedendo velocemente, perciò penso che non ci siano problemi, ma anche in questo caso stiamo monitorando costantemente la situazione".

SBK Navarra, Rea: "Weekend difficile, ma meglio un podio di uno zero" 

"A Most e Navarra è andato tutto per il meglio"

Infine, Lavilla si è detto entusiasta dei round di Most e Navarra, nuovi ingressi in calendario: "Sia a Most che questo fine settimana a Navarra è andato tutto per il meglio. Andare a correre per la prima volta su un nuovo circuito è sempre un'incognita, ma abbiamo svolto un buon lavoro e ora siamo felici di poter tornare su tracciati già ben noti a tutto il paddock per la seconda parte di stagione".

SBK Navarra, Razgatlioglu: "La classifica? Penso a vincere, non a fare calcoli"