SBK Magny-Cours, Razgatlioglu: “Rea è una leggenda, difficile batterlo”

SBK Magny-Cours, Razgatlioglu: “Rea è una leggenda, difficile batterlo”© GPAgency

Il turco della Yamaha ha commentato l'ottimo fine settimana spendendo belle parole per il diretto rivale nel Mondiale: "Contro di lui non si può commettere nessuna sbavatura, ci saranno altre lotte tra di noi"

Quello di Toprak Razgatlioglu in Superbike sul circuito francese di Magny-Cours è stato un fine settimana perfetto. La domenica, in particolare, ha visto il turco trionfare sia nella Superpole Race (successivamente penalizzato e spostato in seconda posizione) che in Gara 2 estendendo così la propria leadership di campionato su Jonathan Rea.

Il pilota ufficiale Yamaha ha raccontato così il proprio weekend: “Non posso dire che sia stato un fine settimana semplice, perchè Rea è stato un avversario durissimo come sempre. Avevo bisogno di queste vittorie e con la squadra abbiamo lavorato davvero bene, migliorando diversi aspetti in ogni gara. L'unico problema che non siamo riusciti a risolvere è stato quello del chattering, che ha reso tutto più complicato, ma sono contento di com'è andata”.

Non è stato facile neanche restare lucido e calmo, specialmente in Gara 2, perchè quando si è in lotta per la vittoria basta una piccola sbavatura per perdere il primo posto. Ho anche provato diverse volte ad utilizzare le traiettorie di Jonathan, ma poi ho optato per restare nella mia zona di comfort e di non prendere troppi rischi”, prosegue il numero 54.

SSP600 Magny-Cours, Gara 2: primo trionfo per Manuel Gonzalez

Toprak: “È la miglior stagione della mia carriera”


Pensando al campionato, Toprak sa che sarà una lunga lotta a due per la conquista del titolo: “Sicuramente questa è la miglior stagione della mia carriera, ma il mondiale è ancora lungo e Johnny è un osso duro, perciò ci saranno ancora tante lotte tra di noi. Lui è già una leggenda della Superbike, perciò arrivare davanti a lui è sempre davvero difficile, anche se mi sembra che la Kawasaki sia leggermente più indietro rispetto a noi”.

Nei prossimi round a Barcellona, Jerez e Portimao sappiamo che sarà ancora una volta Rea il pilota da battere, visto che è davvero forte in quelle piste, ma ovviamente noi faremo del nostro meglio visto che in un campionato così combattuto ogni punto può risultare determinante a fine stagione”, conclude il turco.

Sei Giorni Enduro 2021: l'Italia è Campione del Mondo

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi