Gara 1 della Superbike a Barcellona verrà ricordata a lungo da Axel Bassani, che sotto la pioggia si è rivelato un avversario durissimo per tutti e ha concluso la corsa in seconda posizione in sella alla Ducati del team Motocorsa, salendo così per la prima volta sul podio nella sua stagione d'esordio nella categoria regina delle derivate dalla serie.

Non ho ancora avuto modo di parlare con il team manager Lorenzo Mauri, ma credo sia felice di me e del mio lavoro. In gara mi sentivo come se fossi Superman, è stata una gara incredibile”, racconta un Bassani visibilmente contento al termine di Gara 1. “Voglio fare i miei complimenti a Redding per la vittoria, perchè oggi è stato davvero il miglior pilota in pista e si merita questo risultato”.

SSP600, Barcellona: Krummenacher trionfa in Gara 1, De Rosa a podio

Bassani: “Lottare con Rea e Toprak? Un sogno”


Il bagnato si è rivelato un vero e proprio punto di forza per il giovane pilota italiano: “Solitamente mi sento forte quando c'è molta acqua in traiettoria, ma oggi riuscivo ad essere particolarmente incisivo anche senza troppa pioggia. Nella prima parte io e Toprak abbiamo fatto diversi giri lottando ed è stata una gara davvero lunga, ma sono stato molto concentrato per non commettere errori e portare a casa questo grande risultato”.

Per me lottare con Razgatlioglu e Rea è stato come un sogno. Prima di questa gara per lottare con loro dovevo giocare alla Playstation ed è stato davvero pazzesco potermi confrontare con i migliori. Non nascondo di aver avuto un sorriso enorme dentro il casco durante la gara, ma mantenere la calma mi ha aiutato anche nel finale a non esagerare. Al momento, questo è il giorno più bello della mia carriera”, conclude il numero 47.

Qualifiche MotoGP Misano: è doppietta Ducati con Bagnaia in pole position