Suona ancora l'inno italiano in una domenica ricca di trionfi per i piloti tricolore e la Ducati. Dopo il trionfo di Bagnaia a Misano in MotoGP, anche Michael Ruben Rinaldi ha conquistato la vittoria in Gara 2 della Superbike sul circuito di Barcellona in sella alla Ducati Panigale V4-R del team ufficiale, ritrovando il gradino più alto del podio come non accadeva da Misano.

La gara è stata contraddistainta da numerosi incidenti, con una prima partenza sospesa da una bandiera rossa a causa di un incidente multiplo in cui è stato Tom Sykes ad avere la peggio, il quale non ha preso parte alla seconda ripartenza, così come Alex Lowes. Alle spalle di Rinaldi ha invece chiuso in seconda piazza il turco Toprak Razgatlioglu, che torna così leader del mondiale, seguito da Scott Redding e Alvaro Bautista.

SSP600 Barcellona, Gonzalez beffa De Rosa e Tuuli al fulmicotone

Locatelli in top five, Rea solo sesto


Buona quinta posizione per Andrea Locatelli, a lungo in lotta con Redding e Bautista per il gradino più basso del podio, mentre chiude soltanto in sesta posizione Jonathan Rea, vincitore questa mattina nella Superpole Race, il quale ha accusato un calo importante di rendimento nella seconda metà di gara. Settima piazza per Gerloff, poi Axel Bassani, Van Der Mark e Nozane a chiudere la top ten.

Ulteriori passi in avanti per Samuele Cavalieri, ottimo dodicesimo con la Ducati del team Barni, mentre va segnalato il weekend assolutamente da dimenticare per Lucas Mahias, che dopo essere rimasto coinvolto nell'incidente che ha costretto i commissari ad esporre la bandiera rossa, si è poi dovuto ritirare. In fine, non ha preso il via Chaz Davies, dichiarato unfit per via della caduta della SP Race.

SSP300 Barcellona, Gara 2: Bahattin Sofuoglu in volata su Diaz

La classifica finale di Gara 2