Una sala stampa, allestita apposta per lui. Tanta gente, con magliette dal diverso colore. Due schermi, sui quali riproporre le gesta di una lunga carriera. Ed il protagonista al centro, indaffarato a trovare le parole giuste, mentre sorseggiava un bicchiere d'acqua che non finiva mai.

Chaz Davies ha detto basta. Il gallese si ritira dalle competizioni e, di conseguenza, dalla SBK. Ci ha pensato a lungo e le vicissitudini recenti lo hanno convinto: "Devo dire - ha attaccato con un sorriso - che è molto bello vedervi tutti qui. Appena dopo aver preannunciato la confererenza, stavo meditando se cambiare idea, ma... no, è giusto così. Sono pronto per andarmene".

Trentaquattro anni, tante coppe alzate al cielo, un titolo vinto in Supersport con Yamaha e piazzamenti da vice campione nella massima serie delle derivate, della quale conta 32 successi e ben 99 podi: "Ho condiviso stagioni incredibili con ogni addetto ai lavori - ha svelato - sono stato fortunato a correre così a lungo".

Ducati, cioè, momenti magici


In SBK, Chaz ha diferso diversi Marchi. Aprilia e BMW in primis, poi Ducati. Con la Rossa la sua militanza più longeva: "Momenti magichi insieme alla Casa di Borgo Panigale - ha raccontato mettendoci emozione - soprattutto ad Imola, circuito ad un passo dall'azienda bolognese".

Davies faticava ad arrestare le lacrime: "La gente, la moto... l'atmosfera. Mi chiedete se continuerò a guidare? Magari una supermotard, vedremo. Non lo so, adesso non ci penso. Avrò tempo da trascorrere con la famiglia, me lo godrò in ogni singolo istante. Le corse sono importanti, ma non sono tutto nella vita. Sto diventando grande, troverò qualcosa da fare".

Non sappiamo se il nativo di Knighton salterà nuovamente in sella ad una moto da corsa: "Potrei fare dei test ma, ripeto, adesso non è il momento per pensarci. L'anno scorso conclusi la stagione con una vittoria, in Portogallo. Mi era rimasto in bocca il sapore del successo, ci ho riprovato con Go Eleven, squadra e gente nuova. Lascio persone fantastiche".