Quella che si è da poco conclusa sul circuito di Jerez de la Frontera è stata una domenica di gare perfetta per Toprak Razgatlioglu, che dopo aver conquistato la vittoria sia in Gara 1 che in Gara 2 ha allungato in classifica aumentando il proprio vantaggio su Jonathan Rea a venti punti.

Quella di oggi è stata una giornata perfetta in un fine settimana che ci ha devastato dal punto di vista emotivo. E' stato difficile correre, ma siamo piloti e oggi l'importante per me era dare il massimo, perciò sotto questo punto di vista sono contento, perchè nelle prime prove abbiamo faticato ma, durante il weekend, abbiamo fatto un grande passo in avanti”, spiega il turco della Yamaha.

SSP600, Jerez: dominio assoluto di Aegerter, Tuuli e la MV a podio

“A Portimao sarà diverso, ma non penso ancora al mondiale”


Toprak ha poi rivolto il proprio sguardo verso il prossimo impegno: “Fisicamente non ero al meglio in questi giorni, ma la prossima settimana correremo a Portimao, perciò cercherò di arrivare nelle migliori condizioni possibili. Sarà una pista molto diversa rispetto a questa, perciò dovremo essere bravi a riadattarci e a confermarci al top”.

Tuttavia, il numero 54 ha detto di non pensare al campionato, né ai propri impegni futuri: “Quando scendo in pista non penso al mondiale pur sapendo di essere davanti. Non so cosa sia successo a Rea in Gara 2, ma sono sicuro che a Portimao tornerà competitivo. Per quel che riguarda il futuro, probabilmente proverò la MotoGP durante i test questo inverno, ma ora sono concentrato soprattutto sulle gare che rimangono da qui a fine stagione”.

SSP Jerez, Michel Fabrizio non corre: "Per rispetto della vita. E mi ritiro"