Dopo aver chiuso davanti a tutti la prima sessione di libere, Jonathan Rea conquista anche le FP2 della Superbike sul circuito di Portimao. Il nordirlandese della Kawasaki ha chiuso il turno del venerdì pomeriggio con un tempo di 1'41.466, mostrando anche un gran passo gara nei long run e precedendo il proprio compagno di squadra Alex Lowes, secondo nonostante i problemi alla mano derivati dall'infortunio di Barcellona.

Sorprendente terza posizione per la Honda CBR1000RR-R di Leon Haslam, mentre chiude in quarta piazza il leader del mondiale Toprak Razgatlioglu con la Yamaha, non distante da Rea ma meno incisivo rispetto allo scorso weekend a Jerez. In top five anche Garrett Gerloff, davanti a Loris Baz con la prima delle Ducati.

SSP300, Giorlandino: “La morte di Vinales? Si cercano colpevoli che non esistono”

Redding e Rinaldi costretti ad inseguire


Si conclude in settima posizione il turno di Scott Redding, il quale ha dovuto passare diversi minuti ai box a causa di alcune noie tecniche sulla Panigale V4-R ufficiale, precedendo comunque il compagno Michael Ruben Rinaldi allo scadere del tempo. Spazio in top ten anche per Alvaro Bautista e Andrea Locatelli, rispettivamente nono e decimo al termine della sessione.

Undicesimo Van Der Mark con la migliore delle BMW, mentre Axel Bassani è 14esimo con la Ducati del team Motocorsa. Più indietro gli altri italiani, con Samuele Cavalieri 19esimo e Gabriele Ruiu (presente come wild card) 21esimo, mentre è soltanto 20esimo Tito Rabat nella prima giornata da portacolori del team Puccetti.

MotoGP: prolungato l'accordo con il circuito di Termas de Rio Hondo

La classifica combinata dopo le FP2


GP Americhe, Dovizioso: “Piloti troppo giovani? Immaturi anche i grandi”