Dopo aver collezionato due ritiri nelle prime due manche a causa di due cadute distinte in Gara 1 e in Superpole Race, Jonathan Rea torna alla vittoria in Gara 2 dopo essere partito dalla decima casella in griglia e riapre così il campionato approfittando dello "zero" di Toprak Razgatlioglu, scivolato a dieci giri dalla fine mentre lottava con il nordirlandese per il primato.

Sul podio insieme al campione del mondo in carica hanno chiuso le Ducati di Scott Redding e Loris Baz, con quest'ultimo che ha avuto la meglio dopo un lungo duello con Alvaro Bautista culminato con la caduta dello spagnolo dopo un contatto alla curva 5. Quarto posto per Andrea Locatelli con la Yamaha ufficiale, mentre chiude la top five Garrett Gerloff, autore di un'ottima seconda parte di gara.

SSP Portimao, Odendaal firma Gara 2 su Cluzel al fotofinish

Mondiale riaperto


Se fino a poco prima della partenza di Gara 2 sembrava che Razgatlioglu fosse ormai proiettato verso il trionfo, lo "zero" del turco e la vittoria di Rea permettono al pilota Kawasaki di portarsi a 24 punti dal leader

Sesto posto per il vincitore della Superpole Race, Michael Van Der Mark, seguito da Michael Ruben Rinaldi (dolorante dopo la caduta di questa mattina nella SP Race), Leon Haslam, Axel Bassani ed Eugene Laverty in top ten. Fuori dai punti Samuele Cavalieri, 16esimo con la Ducati del team Barni, mentre si è conclusa anzitempo la corsa di Gabriele Ruiu con la BMW del team B-Max.

MXGP di Germania: finale drammatico in gara uno

La classifica di Gara 2