La lotta iridata tra Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu è sempre più accesa ed entusiasmante, tra le più appassionanti offerte dal motociclismo negli ultimi anni. Così incerta da attirare l’attenzione dei piloti della MotoGP, che ai microfoni del sito ufficiale WorldSBK hanno ammesso di seguire con interesse la sfida tra Johnny e Razga.

Esclusiva Andrea Dovizioso: “Mi mancava l'adrenalina della MotoGP”

Fabio Quartararo e Brad Binder


“La sto seguendo molto da vicino, l'ultima gara è stata piuttosto divertente” ha ammesso il leader iridato Fabio Quartararo. “Entrambi hanno avuto delle cadute ma sono ancora lì, quindi sarà un finale davvero divertente per il campionato. Naturalmente, da parte nostra, in Yamaha dobbiamo supportare Toprak. Inoltre, a Portimao ho visto l’amico Loris Baz fare due podi. Sarà un finale davvero interessante da guardare”.

“Adoro guardare il Mondiale SBK! Rende le mie domeniche migliori” ha raccontato il pilota KTM Brad Binder. “Sembra davvero una bella lotta tra l’esperienza di Johnny e la forza di Toprak, lui è un tipo bestiale in frenata”.

Valentino Rossi e Franco Morbidelli


Il nove volte campione del mondo Valentino Rossi non ha voluto sbilanciarsi sull’esito finale: “È una grande sfida, una delle migliori degli ultimi anni, perché ci sono due top rider, sempre presenti e molto vicini tra loro. Chi vincerà? È difficile da dire. Prima della gara 2 di Portimao avrei detto Toprak, ma ora Johnny è dietro di 24 punti, è molto più facile recuperare”.

L’altro alfiere Yamaha Franco Morbidelli vede Razgatlioglu come favorito: “È una lotta molto aperta, entrambi sono piloti incredibili e stanno lottando duramente per questo campionato. Penso che Toprak abbia la possibilità di vincere, ma dovrà fare davvero un buon lavoro. Auguro a entrambi buona fortuna".

Francesco Bagnaia, Jack Miller e Pol Espargaro


Parere condiviso da Pecco Bagnaia: “Sarà un finale da seguire. È sempre bello vedere una grande battaglia senza tanti punti di differenza tra i due contendenti”.

Il ducatista Jack Miller ha rivelato di aver inviato un messaggio di supporto al turco dopo la caduta nella seconda gara portoghese: È stato un peccato, sembrava un problema meccanico per lui, ma ha guidato in modo fenomenale tutto l'anno. È fantastico”.

Infine, Pol Espargaro ha elogiato l’atteggiamento tenuto dai due: “Sono rispettosi l'uno con l'altro, ma corrono duramente. Mi piace vedere gare come queste, offrono uno spettacolo appassionante per i tifosi”.

MotoGP, Bastianini cresce bene, ma la GP22 è di Marini. Perché a Enea no?