SBK Argentina, Razgatlioglu: “Gara non facile, ho cercato di non fare errori”

SBK Argentina, Razgatlioglu: “Gara non facile, ho cercato di non fare errori”© GPAgency

“Non ho visto la bandiera a scacchi, pensavo ci fosse un altro giro” dice il turco dopo la dodicesima vittoria stagionale, che gli frutta cinque punti in più su Jonathan Rea

16 ottobre

Vittoria, dodicesima stagionale, con brivido finale per Toprak Razgatlioglu. Il turco ha confessato di non aver visto la bandiera a scacchi, ma di aver guardato sia il muretto box che anche Jonathan Rea passato il traguardo, per capire se la gara fosse finita o meno. Fatto sta che il turco ha dominato dall’inizio alla fine, smorzando gli attacchi di Rea ad inizio corsa e chiudendo con un consistente vantaggio sul traguardo. 

Nel post gara il turco ha spiegato nei particolari il concitato post gara e quello che dovrà fare per continuare sul livello visto fino ad oggi.

Razgatlioglu: “Fino ad oggi siamo stati molto forti”


Toprak Razgatlioglu è felice per la vittoria numero 12 della sua stagione che lo avvicina ulteriormente al titolo mondiale, cosa che può realizzare nella Superpole Race di domani. “Questo weekend siamo molto forti, nelle prove di ieri ho fatto anche un long run a testimonianza della nostra forza. La gara però non è stata facile, ho dovuto girare con lo stesso ritmo tutti i giri e cercare di non fare errori. Sono felice e ringrazio il team per avermi messo a disposizione la moto”.

A proposito del long run delle prove di ieri, il turco aggiunge: “Dopo 10 giri del mio long run, guidavo la moto in modo diverso dal solito, molto di traverso. Anche in gara oggi guidavo praticamente come ieri. Per domani devo fare altre prove perché sarà una gara calda come quella di oggi e gli altri piloti faranno del loro meglio”.

“Pensavo ci fosse ancora un giro”


Il turco spiega il brivido finale nel giro di rientro al box. “Non ho visto la bandiera a scacchi, ho guardato il mio muretto box. Poi ho guardato Rea alla prima curva, ho visto che stava spingendo quindi ho pensato che ci fosse ancora un giro e mi sono messo a spingere anche io. Sul rettilineo opposto a quello dei box ho guardato il dashboard pensando ci fosse il messaggio dei 22 giri o addirittura 25 per il mio compleanno. Domani guarderò meglio la bandiera a scacchi. Sto diventando vecchio (ride).”

“Domani spero di vincere le altre due gare”


La Superpole Race di domani sarà una gara chiave per Razgatlioglu per chiudere il discorso titolo contro Rea, ma il turco sa che non sarà facile. “Siamo forti anche questo weekend perciò l’obiettivo/sogno è chiudere con una tripletta. Proverò a vincere le due gare di domani ma so che non sarà facile. Per me però l’importante è divertirmi.”

Sul match point per il campionato dice: “Non so se sarà il match point, se Rea cade allora sarò campione. Spero che Rea non cada per lottare in gara. Forse più probabile il titolo in Indonesia ma al momento non penso al campionato, cerco di vincere le due gare di domani.”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi