SBK Argentina, Redding: “Avevo il passo per andare a podio in Gara 1”

SBK Argentina, Redding: “Avevo il passo per andare a podio in Gara 1”© GPAgency

Giornata sfortunata per Scott, che non è riuscito a concretizzare la pole position a causa di una scivolata: "Devo rivedere la caduta, perché non penso di essere andato fuori dalla traiettoria"

16 ottobre

Che ci fosse del feeling tra Scott Redding e la pista di San Juan Villicum lo si era capito già nella giornata di venerdì, in cui il pilota britannico si era detto soddisfatto della sua prima presa di contatto con la pista argentina e della velocità espressa sul tracciato dalla sua Panigale V4 R.

Un ottimo potenziale espresso al meglio nella Superpole, chiusa dal ducatista con una sorprendente pole position. "È stata veramente inaspettata. Mi ha sorpreso non aver avuto il mio ultimo giro, che era tre decimi più veloce, ma non l'hanno mostrato perché avevo già tagliato il traguardo, anche se non c'era alcuna bandiera - ha rivelato Redding al termine di Gara 1 -. Sono felice di aver conquistato la pole. Mi sentivo abbastanza bene per la gara, ma sapevo che avrei avuto qualche problemino con il feeling all'anteriore, perché ho faticato per tutto il weekend. Ma conquistare la pole è sempre bello".

La dinamica della caduta, che ha negato a Scott una possibile vittoria


Un acuto che non è riuscito a concretizzarsi per via di una scivolata arrivata subito alla prima curva di Gara 1, che ha compromesso irrimediabilmente la corsa del #45, chiusa in nona piazza dopo una rimonta furiosa.

"Devo rivedere la caduta, perché non penso di essere andato fuori dalla traiettoria, perché Toprak era molto più in là di me - ha raccontato Scott -. Ho toccato l'acceleratore e il posteriore si è allargato inaspettatamente. Non c'è niente da dire e niente che potessi farci. Ho ripreso la moto, sono tornato in pista e ho cercato di recuperare. Onestamente, non c'era altro che potessi fare. È andata così. Domani ripartiremo dalla pole position per la Superpole Race. Ora il campionato è fuori portata. Io sto alla finestra e ogni gara non è che una lotta per la vittoria".

Redding non molla: "Vedremo se riusciremo a vincere la Superpole Race"


Un vero peccato per Redding, che avrebbe potuto chiudere con un risultato di rilievo, la sua prima gara sul tracciato argentino.

"Credo che avessi il passo per andare a podio - ha ammesso -. Sapevamo che Toprak aveva un pochino più di passo, ma stando con qualcuno, a volte, riesci a notare diverse cose. Questo circuito è ancora nuovo per me e non sono ancora riuscito a seguire nessuno. Avrei dovuto sfruttare questa gara per provare a farlo, ma vedremo domani nella Superpole Race se riusciremo a conquistare la vittoria".

Oltre al buon passo mostrato in questo sabato, a dare fiducia al britannico c'è anche l'allocazione delle gomme Pirelli, la più ristretta del campionato.

"Personalmente penso che sia un po' più semplice e un po' più corretto se tutti usano le stesse gomme - ha concluso Scott -. D'altra parte, forse, delle gomme differenti potrebbero aiutare in diverse aree, ma tutti abbiamo le stesse e devi lavorare con quello che hai".

SBK Argentina, Razgatlioglu: “Gara non facile, ho cercato di non fare errori”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi