SBK Argentina, Rea dopo Gara 1: “Temo di non riuscire a battere Razgatlioglu”

SBK Argentina, Rea dopo Gara 1: “Temo di non riuscire a battere Razgatlioglu”© GPAgency

“Contento di aver portato sul podio la livrea speciale” dice il campione in carica, secondo alle spalle del turco. Ma pur non mostrandosi scaramantico, ammette che non sarà facile contro Toprak. Qui le sue dichiarazioni

16 ottobre

Secondo posto importante quello colto da Jonathan Rea in Gara 1, dopo il crash delle FP2. Il secondo posto è anche il massimo che è riuscito a fare il campione in carica visti i problemi da lui riscontrati in alcune parti del circuito, che non gli hanno permesso di stare a contatto con Razgatlioglu.  Nel post gara il quasi ex campione Superbike ha parlato della gara disputata e delle prospettive per le due di domani.

Rea: “Contento che la SCX sia durata tutta la gara”


Sembra strano a dirsi ma Jonathan Rea è soddisfatto per il secondo posto archiviato in gara-1 a San Juan. Il campione in carica è contento soprattutto per il comportamento delle gomme, con la SCX che è durata tutta la gara. “Onestamente sono contento, non ho rimpianti. E’ il massimo che potevo fare oggi. Ho avuto problemi in alcune parti del circuito, soprattutto nel secondo settore dove ho perso tanto tempo. Forse ho sbagliato il set up della moto ma sono contento di come si sono comportate le gomme, la SCX è arrivata fino alla fine. Avevo un buon passo.”

Per quanto riguarda i cambiamenti per domani, Rea aggiunge: “Per domani dovremo fare qualche piccolo step in avanti. Probabilmente non cambierò le gomme, devo verficare le temperature di domani per recuperare un po’ di stabilità. Dobbiamo lavorare ancora sulla frenata per riuscire a fermare al meglio la moto. Qualcosa io ed il team possiamo ancora tirarla fuori perché Razgatlioglu è stato davvero forte sul passo.” 

“Mi è dispiaciuto per Redding”


Rea ritorna sulla Superpole (seconda fila) e sull’inizio della gara con la caduta di Redding. “Mi è dispiaciuto per Redding, l’ho visto andare sullo sporco e appena ha aperto il gas è caduto. Questo circuito non perdona appena esci un po’ dalla traiettoria e vai sullo sporco. È incredibile che sia riuscito poi a chiudere anche la gara.”

SBK Argentina, Redding: “Avevo il passo per andare a podio in Gara 1”

“Vorrei questa livrea anche per il finale di stagione”


Il campione in carica ha portato in pista la sua ZX-10RR “vestita” come le Kawasaki Superbike degli anni 90. “Mi è piaciuta tantissimo questa livrea, vorrei usarla per il resto della stagione. Mi è piaciuta la combinazione di colori, diversa da quella abituale. Spero di portare a casa altri punti nelle due gare di domani.

Legata alle livree speciali c’è una sorta di scaramanzia, non sempre infatti portano bene, come successo a Razgatlioglu a Barcellona. “È successo anche a me negli anni passati con casco speciale o carene particolari che la gara non andasse secondo i piani, un po’ come a Razgatlioglu a Barcellona. Felice di aver portato questa livrea sul podio.”

“Non penso di poter arginare Razgatlioglu”


Rea conclude parlando di quello che si aspetta dalle due gare di domani, Superpole Race e Gara 2. “Temo di non riuscire a battere Razgatlioglu domani, ma penso di provare quantomeno a contenerlo. Il mio passo a metà gara era veramente brutto, non avevo più feeling con le gomme, come se avessi avuto un calo repentino della gomma. Ho perso tanto tempo all’inizio con gomma nuova”.

SBK Argentina, Razgatlioglu: “Gara non facile, ho cercato di non fare errori”

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi