SBK Argentina, Razgatlioglu: “In Gara 2 ero al limite con la moto”

SBK Argentina, Razgatlioglu: “In Gara 2 ero al limite con la moto”

Weekend intenso per il pilota turco, reduce dalle vittorie in Gara 1 e nella Superpole Race e dal terzo posto nella seconda manche. Ecco il suo racconto dell'ultima giornata

Quando manca solo un appuntamento alla fine del campionato Superbike, Toprak Razgatlioglu può considerarsi soddisfatto dopo la parentesi argentina, in cui ha collezionato due vittorie ed un terzo posto. Quest'ultimo in Gara 2 alle spalle del diretto rivale, Jonathan Rea, che con questo risultato contiene il distacco a 30 punti tenendo aperti i giochi per il titolo. Bilancio dunque positivo per il pilota turco, che però è sembrato in leggera difficoltà proprio nell'ultima manche.

Il pilota Yamaha in difesa in Gara 2: "Importante non fare errori"


Toprak Razgatlioglu arrivava a Gara 2 con tutta la pressione del caso. Dopo aver vinto le prime due manche non era facile evitare errori nell'ultimo atto del weekend argentino, soprattutto considerato un feeling con la moto inferiore rispetto alle precedenti prestazioni. Come dichiarato dallo stesso pilota Yamaha, l'obiettivo era quello di non fare errori, anche se il secondo posto sfuggito ai danni di Jonathan Rea lascia un pò di amaro in bocca: "È stata una giornata positiva, sapevo che Gara 2 non sarebbe stata facile, ma ho provato a dare tutto. Avevo provato cose diverse su entrambe le moto al box stamattina nel warm-up ma non non hanno funzionato benissimo e siamo tornati indietro. In gara ho cercato di attaccare ma non sono riuscito a vincere”. Il podio rappresenta un risultato fondamentale in chiave iridata: "Ho avuto problemi di grip, ero al limite con la moto, però il podio è un risultato importante, non dovevo commettere errori o cadere".

Adesso l'ultimo appuntamento in Indonesia


L'ultimo atto stagionale si disputerà sull'inedito circuito di Lombok, che sancirà il rientro dell'Indonesia nella Superbike dall'ultima volta in cui era stata presenta in calendario, nel 1997: "L’Indonesia sarà una novità per tutti noi, mi piace correre su una pista nuova, tutti noi dovremo impararla e conoscerla. L’obiettivo è sempre quello di vincere ma i valori in questa stagione cambiano spesso quindi non so se sarò competitivo o no. Ci sarà grande attesa per il pubblico e questo è bello. Qui in Argentina abbiamo trovato tantissimi appassionati, spero di tornarci anche l’anno prossimo". Non mancano gli elogi ad Axel Bassani, confermatosi velocissimo anche in Gara 2: "Faccio i miei complimenti ad Axel Bassani, è migliorato molto e si è dimostrato veloce e vicinissimo al podio. È stato molto bravo”.

SBK Argentina: Razgatlioglu brucia Redding nella Superpole Race

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi