SBK: Razgatlioglu e Rea, chi uscirà campione da Mandalika?

SBK: Razgatlioglu e Rea, chi uscirà campione da Mandalika?© GPAgency

In Indonesia, Toprak e Johnny si contenderanno la corona 2021. Pista nuova per tutti e meteo incerto lasciano la sfida aperta a ogni risultato, malgrado il turco abbia 30 punti di vantaggio. In lizza anche i titoli Costruttori, Team e Indipendenti

16 novembre

Eccoci in Indonesia per l'atto conclusivo della SBK 2021, stagione più avvincente che mai e pronta ad assegnare il titolo dal neonato Mandalika Circuit, tracciato tutto da scoprire e futuro teatro pure per i protagonisti del Motomondiale. Dall'Isola di Lombok vedremo un ritorno nel Paese del Sud Est Asiatico per le derivate di serie, in azione a metà anni Novanta a Sentul.

Toprak Razgatlioglu e Johnny Rea sono i due contendenti all'alloro finale. La sfida prevederà tre manche, suddivise in Gara Uno da disputarsi sabato, Tissot Superpole Race e Gara Due da completarsi domenica. Il turco ha 30 punti in più del nordirlandese, in palio ce ne saranno 62.

Questa è la stagione delle piogge, sicché il cielo piange spesso. Condizione da tenere a mente, perché gli specialisti potrebbero fruirne a proprio vantaggio. In più, ci sarà da imparare traiettorie e peculiarità del tracciato, sinora visto solo in foto e video. La punta Yamaha e l'asso Kawasaki sono consapevoli di tutto questo, perciò il destino del campionato è da scrivere di turno in turno.

Razga attaccherà o amministrerà? Il Cannibale "costretto" a vincere


Conoscendo il pupillo di Kenan Sofuoglu, possiamo prevedere che egli farà tutto fuorché gestire tatticamente vantaggio accumulato. Intendiamo dire che, sì, Toprak correrà sapendo che 30 punti a favore siano meglio di 30 a sfavore, tuttavia, giurereremmo da parte sua la solita indole offensiva.

La rinomata voglia di primeggiare e vincere sarà tenuta a bada, magari dal qualche bel consiglio elargito dalla compagine Pata Yamaha with Brixx, squadra che ha in Andrea Locatelli un nome pronto a divenire il Rookie of The Year. Se i "suggerimenti blu" saranno presi in considerazione dal numero 54, ce ne accorgeremo subito. O meno.

Invece, il sei volte iridato dovrà solo attaccare. Recuperare il gap sarà per lui complicato, considerando il trend offerto da Aragòn a San Juan de Villucum. Tredici successi a favor del leader, contro gli undici dell'inseguitore, quest'ultimo desidero di tagliare sempre la bandiera a scacchi per... primo, ovviamente. Affidabilità meccanica e capacità di adattamento a nuove situazioni potrebbero giocare a suo favore.

VOTA IL SONDAGGIO: SBK Indonesia: Rea o Razgatlioglu, chi si laureerà campione a Mandalika?

Titolo Costruttori, Team e Indipendenti in palio a Mandalika


Il Mondiale riservato ai Costruttori vede aperta la lotta tra tre Marchi: Yamaha, Ducati e Kawasaki, posizionati in quest'ordine nella classifica generale: 574 punti per i tre diapason, 558 per la Rossa, "verdona" a quota 520. A Iwata sono intenzionati a togliere lo scettro detenuto oggi da Borgo Panigale.

Le squadre che possono vincere il titolo di categoria sono Pata Yamaha with Brixx, Aruba Ducati e KRT Provec. Ecco i piazzamenti con punti a oggi: 801, 743 e 714. Importanti saranno i risultati dei rappresentati di ogni singola Casa, Razgatlioglu, Rea e Redding - primo, secondo e terzo nella graduatoria piloti - decideranno le sorti finali, ma occhio pure ad Andrea Locatelli, Michael Ruben Rinaldi e Alex Lowes.

Garrett Gerloff e Axel Bassani sono i duellanti della sottocategoria (scusate se la chiamiamo così, senza offesa per nessuno, ma trovate voi un nome migliore per la classifica dedicati a privati) Indipendenti. L'americano GRT conduce con 213 punti, l'italiano Motocorsa ne ha 199. Proprio la squadra di Filippo Conti e Mirko Giansanti guida a 267 punti, potendo contare anche sulla forza di Kotha Nozane. Lorenzo Mauri ha in "El bocia" l'unica risorsa, capace però di sorprendere tutti nel suo primo anno di SBK.

Valentino Rossi nominato "MotoGP Legend"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi