SBK Indonesia, Gerloff: “Abbiamo meritato il titolo tra gli indipendenti”

SBK Indonesia, Gerloff: “Abbiamo meritato il titolo tra gli indipendenti”© GPAgency

Lo statunitense del team GRT ha chiuso la stagione come migliore dei piloti non ufficiali grazie ad un buon weekend a Mandalika: "Il tracciato mi è piaciuto, ma ora la testa è già rivolta verso il 2022"

La stagione 2021 della Superbike è stata un vero e proprio rollercoaster dal punto di vista dei risultati per Garrett Gerloff. L'americano ha però finito nel migliore dei modi l'ultimo weekend dell'anno a Mandalika, conquistando il titolo di miglior pilota indipendente in sella alla Yamaha R1 del team GRT, grazie ad un buon sesto posto in Gara 2.

Ad essere sinceri, sarebbe stato meglio avere un weekend normale con tre gare ed un meteo più clemente, in modo da poter girare di più su questa pista e correre in condizioni di asciutto, ma in ogni caso sono davvero felice per aver chiuso in maniera positiva la stagione. Adesso la testa è già verso il 2022”, ha detto lo statunitense al termine del weekend.

SBK, Razgatlioglu rende onore a Rea: "E' una leggenda e mi ha dato tanti consigli"

“L'anno prossimo voglio essere più costante”


Un aspetto su cui lavorerò duramente nei test invernali sarà la costanza, sia dal punto di vista mentale che dei risultati, perchè quest'anno è stato questo il mio punto debole”, ammette il texano. “La R1 è molto competitiva e, a parte qualche problema che ho avvertito qualche volta nei primi giri, credo sia già in grado di lottare per grandi risultati. In ogni caso, il titolo di miglior pilota indipendente è un bel risultato e credo di meritarlo, così come lo merita il team che ha sempre lavorato in maniera impeccabile anche nei momenti più duri della stagione”.

Infine anche Garrett, come buona parte dei piloti in griglia, è stato piacevolmente sorpreso dalla pista indonesiana: “Parlando della pista, devo dire che il grip del tracciato in condizioni di bagnato mi ha stupito, perchè si riusciva ad andare fortissimo nonostante la grande quantità d'acqua presente in traiettoria. Correre qui è stato divertente e alcuni tratti mi hanno ricordato altre piste presenti in calendario, perciò mi sono trovato a mio agio fin dal venerdì. Non vedo l'ora di tornarci l'anno prossimo”.

SBK, Chaz Davies: i numeri e la carriera del gallese, icona Ducati

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi