SBK,Razgatlioglu ci ripensa: niente addio al 54, benvenuto numero 1.

SBK,Razgatlioglu ci ripensa: niente addio al 54, benvenuto numero 1.© Toprak Razgatlioglu

In Indonesia, a titolo vinto, Toprak aveva detto che avrebbe salutato il numero ereditato da Kenan Sofuoglu, a favore di quello del migliore, il numero 1. Per prendere due piccioni con un fava, il turco porterà sulla Yamaha 2022 entrambi

2 dicembre

Soddisfatto come non mai, attorniato dai giornalisti e con un sorriso a trentadue denti, Toprak Razgatlioglu aveva detto: "Ho sempre usato il 54, perché è di Kenan Sofuoglu. Mi piace molto, ma è anche vero che Yamaha non abbia mai sfoggiato il numero 1 in SBK. Perciò, l'anno prossimo lo farò io".

A Mandalika è avvenuto questo, poi c'è stato il ritorno in patria, arricchito da cerimoniali e festeggiamenti. Dopo ancora, ulteriori impegni promozionali, destinati a chi deve onorare imprese di un certo spessore. Una volta rientrato a casa, evidentemente, il turco ha riflettuto, ripensandoci.

Razgatlioglu, cuore diviso a metà e dalla doppia dedica


Conoscendolo piuttosto bene, immaginiamo quanto segue: Toprak ha voluto accontentari tutti, cioè, Sofuoglu e Yamaha, coloro che lo hanno supportato nella corsa all'alloro delle derivate. Dq qui potrete capire perché il venticinquenne di Alanya voglia cogliere due piccioni con una fava.

Onorare il sultano Kenan, omaggiare la Casa di Iwata. Perfetto. Oltretutto, mantenendo un certo stile, perché nella nuova grafica ci sono dettagli blu - come la sua R1 - il colore della medaglia più ambita - quella dorata, ovviamente - la bandiera nazionale e... il numero 1 che, per chi ancora fatichi a capirlo, rappresenta il numero dei vincenti.

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi