SBK, Lecuona a terra e infortunato: Honda difficile o colpa di Iker?

SBK, Lecuona a terra e infortunato: Honda difficile o colpa di Iker?© Honda HRC World SBK

Lo spagnolo ha rimediato scivolata e infortunio al mignolo della mano sinistra. La Fireblade detiene il record di cadute con Bautista, ma l'ex MotoGP ha subito esagerato e i suoi test sono già finiti

16 dicembre

Comincia in salita l'avventura SBK di Iker Lecuona. Sebbene la tre giorni di Jerez parli di moto in pista per sessioni di test, i problemi per il debuttante spagnolo vengono immediatamente a galla. Oggi, giovedì ad appaggio di BMW, l'ex MotoGP è caduto nella Curva 12 dell'Angel Nieto, rimediando un capitombolo mica male.

ll risultato: prove finite per lui. Anzi, il ventunenne valenciano è stato costretto a dire basta addirittura a tutto il programma perché, dapprima il controllo presso il centro medico, poi la controanalisi presso l'ospedale locale gli hanno riscontrato la frattura del mignolo della mano sinistra.

Iker dall'equilibrio instabile o Fireblade troppo difficile?


Ed eccoci al primo dibattito di fine anno: è Lecuona a sbagliare troppo spesso? In questa classifica appositamente dedicata, troviamo Alvaro Bautista in cima al gruppo di cascatori: lo spagnolo guidava una Honda, prendiamo appunti e andiamo avanti.

Iker ha corso in MotoGP con KTM e, pure lui, l'ha lanciata più volte. Verrebbe da pensare che il suo equilibrio sia precario, magari è vero, ma attenzione: oggi è cascato malamente e, forse non a caso, lo ha fatto provando a portare al limite la Honda. 

Leon Haslam, al pari di Bau Bau, nel frattempo tornato in Ducati, ha puntato il dito contro la CBR e le sue caratteristiche "delicate", estreme in frenata e non fedeli alle richieste di chi sta in sella. La quattro cilindri HRC non avvisa l'arrivo del limite. Per questo e altri motivi, la squadra invoca. Allora vedremo se la causa sia il pilota o la moto.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi