Alla fine della prima giornata di prove a Sepang, la pioggia arriva sul circuito malese e condiziona la seconda sessione di libere della Supersport.

SMITH “NAVIGA” BENE - Il più veloce, sotto l’acqua, è stato Kylie Smith con la Honda del Team CIA Landlord Insurance. Da “buon britannico”, si è trovato a suo agio su pista bagnata e ha fatto registrare il miglior tempo grazie ad un 2’24”791.
Due decimi peggio ha fatto il protagonista della sessione asciutta della mattina, Patrick Jacobsen: lo statunitense, vice-campione del mondo, ha portato la Honda ufficiale a due decimi da Smith, precedendo nell’ordine l’altro inglese Gino Rea (MV Agusta – GRT Racing Team, a sette decimi) e il campione del mondo in carica, Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing, a nove decimi).

ITALIANI E MV OK - Un secondo dietro c’è il padrone di casa, Zulfahmi Khairuddin (Orelac Racing VerdNatura Kawasaki), che ha sfruttato al meglio la conoscenza del circuito e l’aria “di casa” per centrare una top five provvisoria importante. Sesto, il primo degli italiani, Alex Baldolini: l’alfiere del Team Race Department AKT#25 ha fermato la sua MV Agusta a oltre due secondi dal leader, seguito da una “pattuglia” di altre F3 guidate da Cluzel, dai due azzurri Rolfo e Zanetti, da Terol e Wagner. Tredicesimo ha chiuso Federico Caricasulo (Honda) più in difficoltà sul bagnato e a oltre sette secondi da Smith.