Dopo i problemi tecnici sperimentati durante le prove libere e la Tissot-Superpole, Nico Terol e Kyle Ryde hanno affrontato una lotta difficile nella gara della Supersport aMisano, partendo dall’ottava e dall'undicesima fila.
 
Terol ha fatto una buona partenza che lo ha visto recuperare diverse posizioni, ma l'ex campione del mondo 125 non è riuscito a trovare un buon ritmo, terminando la gara in 19esima posizione. Dopo essere stato sul podio del WorldSSP già nel 2016, al Motorland Aragon, per il 16 volte vincitore di un GP questo è stato un week end da dimenticare su una pista che conosce bene.
 
"La squadra ha fatto tutto il possibile, ma la moto mi ha impedito di ottenere un risultato migliore", ha detto Terol. "Ho avuto problemi sia con il telaio sia con il motore. Avevo problemi anche con le marce e il freno motore non funzionava bene. Sono arrabbiato perché so che potevamo fare molto di più e spero che in futuro possiamo esprimere appieno il potenziale”.
 
Il compagno di squadra Kyle Ryde, che è entrato recentemente a far parte del team, ha fatto inizialmente alcuni progressi in gara e stava recuperando posizioni quando ha avuto un problema al motore.
 
"La gara di domenica è andata un po’ meglio dopo le prove libere", ha detto Ryde. "Abbiamo fatto alcune modifiche alla moto e mi sentivo più sicuro. Ho siglato il mio miglior giro personale del fine settimana, ma dopo cinque o sei giri buoni penso che la guarnizione si sia rotta e l’olio è arrivato sullo stivale, così ho piano piano perso posizioni. Sarò più fortunato la prossima volta”.
 
Le cose sembrano destinate a cambiare per la squadra, in vista dell’appuntamento al Lausitzring, e una nuova direzione intrapresa porterà i piloti a stare più vicino alla testa della corsa, il più presto possibile.
 
“Da un lato sono totalmente insoddisfatto per come sono andate le cose qui a Misano, ma d'altra parte sono contento perché stiamo lavorando per il nostro futuro", ha concluso Robert Balogh, Team Manager. "Interromperemo il nostro rapporto con la MV e sono sicuro che possiamo tornare ad essere competitivi quando  il campionato tornerà dopo la pausa estiva. Come sempre, i nostri piloti e tecnici hanno fatto del loro meglio, ma questi risultati chiaramente non riflettono le nostre capacità”.
 
Il mondiale Supersport e la Superstock 1000 hanno iniziato la pausa estiva e torneranno in pista a settembre, in occasione del round in Germania, al Lausitzring.