Dopo la Superpole della Superbike, è andata in scena anche quella riservata alle 600. Nella prima sessione sono stati Luke Stapleford (Triumph) e Zulfahmi Khairuddin (Kawasaki) i due più veloci e in grado di qualificarsi per la sessione decisiva. 

SORPRESA - Favorito dei quindici minuti destinati a formare la griglia di partenza della gara in programma domani era il fresco campione del mondo Kenan Sofuoglu, che insieme al suo compagno di squadra nel Team Puccetti, Randy Krummenacher, aveva monopolizzato le prove libere. E invece è stato proprio Stapleford, sorpresa assoluta di queste qualifiche, a far segnare il miglior tempo: 2’01”621 per il portacolori Triumph. Un tempo migliore di soli cinque centesimi rispetto a quello del turco e di due decimi di Krummenancher. 

BADOVINI TRA I DIECI - In seconda fila, con il quarto tempo, partirà Alex Baldolini. Risalito forte sin dalla seconda sessione di libere, l’alfiere della MV Agusta ha fermato il cronometro a tre decimi dal leader, mettendosi alle spalle, nell’ordine, Smith, Cluzel, Khairuddin, Badovini (promettenti anche le prove del biellese su Honda), Jacobsen e Bergman, che completa la top ten. Per i colori azzurri, da segnalare il dodicesimo posto di Michael Canducci e il tredicesimo di Federico Caricasulo, mentre Christian Gamarino scatterà dalla sesta fila con il 16esimo tempo.