Alla vigilia dell’ultimo round di campionato, con il titolo mondiale ancora da assegnare e tre piloti in lotta, la tensione si fa sentire, e Randy Krummenacher sembra essere quello che ne risente di più: il pilota svizzero, infatti, è in vetta al campionato con 8 punti di vantaggio, ma i rapporti con la sua squadra non devono essere idilliaci dopo le sue accuse di favorire il suo compagno di squadra Federico Caricasulo, che Krummenacher ha rivolto al team Evan Bros subito dopo la gara in Argentina (leggi qui).

KRUMMENACHER GIU' - La caduta di Krummenacher durante il secondo turno di prove libere oggi potrebbe essere anche segno di un accumulo di fattori negativi. Lo svizzero è finito a terra alla curva 4, dopo essere uscito leggermente largo dalla curva. Non è stato l’unico a cadere nei primi 15 minuti: sono finiti a terra anche Thomas Gradinger, sul podio a Assen, che ha perso l’anteriore all’ultima curva, e Jaimie van Sikkelerus, alla curva .

CLUZEL IN TESTA - A chiudere al comando il venerdì sotto i riflettori di Losal è Jules Cluzel: il pilota GMT94 Yamaha ha concluso con un grande vantaggio sul resto del gruppo e che ha fatto esattamente ciò di cui ha bisogno per tenere vive le sue speranze iridate.

Il francese va a caccia della prima doppietta consecutiva dopo quella del 2018 ad Assen e Imola e vorrà sicuramente tentare il tutto per tutto per vincere il titolo mondiale. Grazie a un vantaggio di sette decimi sui suoi avversari è lui l’uomo da battere dopo aver concluso la prima giornata in testa. Negli ultimi dieci minuti Federico Caricasulo ha messo in mostra il suo passo ed ha chiuso al secondo posto. Bravo Ayrton Badovini: l’alfiere del Team Pedercini Racing ha concluso il giovedì in Qatar al terzo posto. 

LA TOP TEN - Isaac Viñales, portacolori del team Kallio Racing, ha sfruttato bene la sua conoscenza della pista dopo aver già avuto modo di gareggiare su questo tracciato in Moto3 e Moto2, concludendo quarto. Dopo la caduta avvenuta nelle prime fasi, Randy Krummenacher è tornato tra i primi cinque quando mancavano meno di cinque minuti dalla fine del turno. Raffaele De Rosa sulla MV Agusta Reparto Corse è sesto a 909 millesimi da Cluzel.

A completare la top ten troviamo al settimo posto Lucas Mahias: il portacolori del team Kawasaki Puccetti Racing ha perso alcune posizioni a causa dei giri veloci fatti segnare dai suoi avversari nelle ultime battute della sessione. Corentin Perolari, autore della pole in Argentina, è ancora alla ricerca del suo primo podio nel mondiale, ma al momento è soltanto ottavo. Un pilota già due volte vittorioso in Qatar è Kyle Smith, nono sulla Kawasaki del Team Pedercini Racing, mentre l’ungherese Peter Sebestyen, portacolori del team CIA Landlord Insurance, è il primo delle Honda e ha concluso in top ten. 

Per quanto riguarda gli altri italiani, diciannovesimo crono per Federico Fuligni, fanalino di coda Gianluca Sconza.

Qui i tempi della prima giornata di prove libere della Supersport.