“Sono molto contento di iniziare questo nuovo capitolo della mia carriera di pilota nel campionato mondiale Supersport, e sono molto felice di poterlo fare con il Bardahl Evan Bros. che è il team campione del mondo, una squadra vincente che come me nutre grandi ambizioni per la prossima stagione”: con queste parole Andrea Locatelli annuncia una decisione molto importante: il suo passaggio dal mondiale Moto2 al mondiale Supersport.

Locatelli, 23 anni appena compiuti, si è laureato campione italiano della Moto3 nel 2013 ed è approdato nel mondiale l’anno successivo, fino al 2017, salendo sul podio in Germania e in Australia. Per i successivi due anni ha militato nella classe di mezzo, e ora si prepara a salire sulla Yamaha YZF R6 della squadra di Fabio Evangelista, il Bardahl Evan Bros.World SSP Team.

Questo cambiamento mi dà tanti ed importanti stimoli e non vedo l’ora di poter salire sulla mia nuova moto e di ricambiare la fiducia che Fabio Evangelista e Mauro Pellegrini hanno riposto in me”, ha detto Locatelli.

IL TEAM PUNTA IN ALTO - Gli obbiettivi della squadra sono – giustamente ambiziosi – avendo già conquistato il titolo con Randy Krummenacher e il secondo posto con Federico Caricasulo.

“Sono davvero felice di dare il benvenuto nella nostra squadra ad Andrea Locatelli, un pilota con il quale possiamo confermarci ai vertici del campionato mondiale Supersport”, ha detto Fabio Evangelista – Team Principal. “Inizieremo presto a lavorare con lui per prepararci alla stagione 2020 e svolgeremo due giorni di test il 28 e 29 novembre sulla pista di Jerez in Spagna.

“Andrea dovrà adattarsi alla nostra moto ed alle gomme Pirelli, che non ha mai utilizzato in precedenza, e nel corso della stagione dovrà imparare alcune piste per lui completamente nuove. Pur essendo ancora molto giovane Locatelli ha già maturato una grande esperienza internazionale, correndo nei mondiali Moto3 e Moto2 e siamo quindi certi che supererà brillantemente questi ostacoli”, ha aggiunto Evangelista.

I RINGRAZIAMENTI - “Anche in questa operazione, come in tutta la nostra crescita, è stato determinante l’apporto del nostro title sponsor Bardahl Maroil, senza il quale non avremmo potuto raggiungere i risultati che abbiamo ottenuto”, ha detto ancora Fabio Evangelista. “A loro va il nostro sentito ringraziamento, così come a tutti i nostri sponsor, che ci hanno sempre sostenuto. Voglio inoltre ringraziare Yamaha Motor Europe nella persona di Andrea Dosoli, e lo sponsor Pata ed è anche grazie a loro che Locatelli è entrato a far parte della nostra squadra. Non posso infine non rivolgere un pensiero ai due piloti che quest’anno ci hanno riservato tante soddisfazioni e che hanno scritto una bellissima pagina nella storia del nostro team.

"Saluto quindi il campione del mondo Randy Krummenacher, che ritroveremo come avversario nel prossimo campionato, e Federico Caricasulo che è passato al mondiale Superbike. Due grandi piloti che siamo orgogliosi di aver portato ai vertici del mondiale Supersport”, ha concluso Evangelista.