Smontare tutto, caricare moto e materiale sul camion, per poi tornare a casa. Il team 2R Racing ha dovuto rinunciare al weekend di gare andaluso, per non aver rispettato le normative imposte dal regolamento anti Covid-19.

Più di una testimonianza, ha descritto la situazione della squadra iscritta alla Supersport 300 come non aderente alle normative. Sotto la tenda del team, sono state viste persone mangiare e bere senza che queste rispettassero le distanze di sicurezza, con pietanza servite a buffet, cosa non concessa dalla policy sottoscritta prima della ripartenza mondiale.

Oltretutto, alcuni presenti non indossavano le mascherine: eppure, sono state firmate sette pagine di regolamento, i controlli ci sono e funzionano, nel rispetto di chi lavora nel paddock,

Nonostante tutto e le ulteriori 33 pagine di normative esaustive, la sicurezza garantita dalla Guardia Civil e tanti altre azioni intraprese per offrire al meglio una condizione di lavoro rientrante e rispettante regole, normative e contromisure, il team 2R Racing è andato fuori misura, creando un precedente che avrebbe potuto essere dannoso a tutto il mondiale.

Dorna si è ritrovata costretta ad invitare la squadra con base a Ravenna a rifare le valige e lasciare il circuito Angel Nieto di Jerez de la Frontera. I piloti, Alessandro Zanca e Victor Rodriguez, non potranno correre con le loro Kawasaki Ninja.

Marco Melandri torna in azione con una seduta... speciale