Kyle Smith continua a brillare sul bagnato. Il sostituto di Jules Cluzel sta trovando le condizioni giuste per mettersi in mostra e, dopo aver chiuso al terzo posto la prima sessione di prove, ha piazzato la zampata nelle FP2, siglando il miglior tempo di giornata in 1'54"250.

Un crono con cui ha rifilato quasi un secondo a Lucas Mahias (Puccetti Racing) e Andrea Locatelli (Team Bardhal Evan Bros), primi degli inseguitori, e che pone il britannico tra i favoriti del fine settimana, che stando alle previsioni dovrebbe essere tutt'altro che asciutto.

In quarta posizione si conferma il sudafricano Steven Odendaal (EAB Ten Kate Racing) che, nonostante una caduta, ha piazzato le ruote della sua Yamaha davanti agli ottimi Kevin Manfredi (Altogoo Racing Team) e Hannes Soomer (Kallio Racing).

Segue Peter Sebestyen (OXXO Yamaha Team Toth), settimo davanti a Karel Hanika (WRP Wepol Racing), Axel Bassani (Soradis Yamaha Motoxracing) e Raffaele De Rosa (MV Agusta Reparto Corse), incappato in una caduta in Curva 5.

La classifica


SBK Magny-Cours: Gerloff a sorpresa fa sue le FP2