Marc Garcia, dopo il podio di Barcellona al rientro nel Mondiale, si prende la vittoria di gara-2 a Magny Cours spezzando il sogno di De Cancellis di vincere davanti al suo pubblico. Buis chiude al secondo posto davanti al francese e con Deroue quarto porta a +28 il vantaggio sul compagno di box a due gare dalla fine. 

La gara


Che storia quella di Marc Garcia! Il campione del mondo del 2017, dopo essere rientrato nel round precedente di Barcellona ed aver colto il podio, è tornato al successo vincendo la seconda gara del round francese.

Non è stato però tutto rosa e fiori in questa gara: asciutto nella prima parte di gara, scroscio di pioggia a metà e poi di nuovo quasi asciutto negli ultimi due passaggi.

Mentre quella di ieri si può classificare come una Sprint Race di 6 giri, quella di oggi ha avuto la lunghezza delle altre gare fin qui disputate, ovvero 10 tornate.

Ed in questi 10 giri è successo veramente di tutto: un Rovelli in giornata di grazia prima del jolly all’ultimo giro, Buis che passa due avversari in una curva con una naturalezza disarmante, Deroue che cede di schianto nel finale di gara, Sofuoglu fuori, Booth-Amos anche lui lontano dalla testa della gara, Meuffels in giornata di grazia.

Insomma tanti aspetti di una gara che ha sancito la supremazia di Buis, sorpresa della stagione e rookie di categoria, sul compagno di box Deroue, dimostrata ieri con quel sorpasso di forza all’ultimo giro.

Sembra tutto fatto per una vittoria francese di De Cancellis davanti al suo pubblico ma Marc Garcia gli rovina i piani. 

Ultimo giro


L’ultima tornata si apre con un jolly clamoroso di Filippo Rovelli nel lungo curvone verso sinistra che porta all’Adelaide. Per fortuna riesce a restare in piedi ma termina 11°. Garcia attacca e passa De Cancellis prendendo la testa della corsa, stessa manovra la fa Buis che però non riesce a prendere anche lo spagnolo.

Vittoria meritatissima di Garcia davanti a Buis e De Cancellis, comunque felice per il podio. Deroue è solamente quarto davanti ad Okaya, Huertas, Meuffels, Edwards, Diaz e Macan. Rovelli è 11° davanti a Ieraci, Coppola, Ton Kawakami e De La Vega.

La classifica


SSP300 Magny-Cours, Gara 1: Buis vince di forza su Deroue