Diciotto giri di pura azione sono andati in scena sul circuito portoghese dell’Estoril, con l’ultimo round del campionato del mondo Supersport.

Dopo la vittoria di Locatelli in gara1, il secondo appuntamento del weekend è stato favorevole a Lucas Mahias sulla Kawasaki di Puccetti Racing, bravo a imporsi nonostante la forte pressione esercitata in molti momenti di gara dagli avversari, arrivati a formare un gruppo di sette inseguitori. Sul podio con lui Andrea Locatelli, autore del secondo posto sulla Yamaha di Evan Bros, e Raffaele De Rosa, che ha mancato il gradino mediano per soli 2 millesimi in sella alla MV Agusta Reparto Corse.

Mahias irriducibile


Il neocampione Andrea Locatelli era partito dalla pole position ma si è ritrovato ben presto al quarto posto dopo essere stato sorpassato nel primo giro da Mahias e dal suo compagno di squadra Philipp Oettl, ma anche da Raffaele De Rosa sulla MV Agusta Reparto Corse. E fin dall’inizio è stato chiaro che piega avrebbe preso la gara.

Mahias aveva conquistato il comando nel primo giro ma il gruppo degli inseguitori è riuscito a spingerlo in sesta piazza dopo cinque tornate; il francese è stato in grado di reagire giro dopo giro per riconquistare il comando al sesto passaggio, poi De Rosa ha preso il comando al settimo giro.

Tempo un giro e la situazione al comando è cambiata di nuovo, con Oettl bravo a sorpassare De Rosa, che però ha risposto nel passaggio successivo, per poi cedere il comando di nuovo a Mahias. Ma non era ancora finita: la MV Agusta è tornata davanti a tutti fino al penultimo giro poi Oettl ha provato ad assestare il “colpaccio”, ma ha dovuto dare i conti con Mahias, che si è imposto definitivamente.

Per Lucas Magis è la seconda vittoria stagionale, che  consolida il francese del team Puccetti al secondo posto nel mondiale alle spalle di Locatelli.

La top 10


Odendaal ha concluso la gara ai piedi del podio davanti a Oettl, con Isaac Viñales sesto. Il quinto posto è sufficiente a Oettl per superare Jules Cluzel per il terzo posto in campionato: il francese, infatti, ha concluso la gara in nona posizione. Settimo il campione del mondo della Supersport 300 Manuel Gonzalez davanti all'estone Hannes Soomer.
Il pilota britannico Danny Webb, alfiere del team WRP Wepol Racing guidato da James Toseland, si è assicurato un bel piazzamento tra i primi dieci.

Gli altri italiani


Axel Bassani ha concluso al dodicesimo posto sulla Yamaha di Soradis Motoxracing ma il piazzamento non gli è stato sufficiente per rivendicare il titolo WorldSSP Challenge, conquistato da Kevin Manfredi, autore di un diciottesimo posto sulla Yamaha dell’Altogoo Racing Team.

Diciassettesima piazza per Federico Fuligni con la seconda MV Agusta Reparto Corse.

CIV Vallelunga: LIVE le gare della domenica

La top 6 di Gara 2


1) Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing)
2) Andrea Locatelli (BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team) + 0,886
3) Raffaele de Rosa (MV Agusta Reparto Corse) + 0,888
4) Steven Odendaal (EAB Ten Kate Racing Yamaha) + 1.018
5) Philipp Oettl (Kawasaki Puccetti Racing) + 1.465
6) Isaac Viñales (Kallio Racing) + 1.670

MotoGP, GP Aragon: tris spagnolo, con Rins e Mir divisi da Marquez