Dal buio alla luce per Koen Meuffels. Dopo la topica di Aragon dell’esultanza anticipata, l’olandese ricostruisce la sua stagione chiudendola con una bellissima vittoria di prepotenza all’ultima curva togliendo la prima posizione al francese Di Sora. Podio per Mika Perez, unici italiani a punti Sabatucci e Gennai con Buis e Deroue tranquilli non avendo più pressioni per il campionato.

Un’altra gara incredibile


Le gare della Supersport 300, proprio come quelle del Mondiale Moto3, sono sempre imprevedibili e dal risultato mai scontato. Esattamente come ieri, anche la gara appena conclusa è stata piena di battaglie e colpi di scena a non finire dal primo all’ultimo giro. 

Pronti via e subito un altro botto. Via dalla gara subito Bercot e Perez Gonzalez. E’ una ecatombe di piloti l’ultima gara stagionale. Cadono anche Coppola, Rovelli e Rodriguez Nunez per un contatto tra di loro, per terra anche Carrion che poi è rientrato in pista chiudendo 27°, Booth-Amos a 4 giri dalla fine mentre era in testa ma soprattutto Ieraci mentre era in terza posizione al penultimo giro e stava per giocarsi il podio o una possibile vittoria con Meuffels e Di Sora. 

Gara che priva dei due soliti piloti di testa, ovvero Buis e Deroue rispettivamente nono e 16° al traguardo, ha lasciato spazio per i vari outsider che poco si sono visti durante questa stagione. Come ad esempio il loro compagno di box Meuffels, cresciuto nel finale di stagione e pronto a giocarsi la vittoria della gara.

Buis e Deroue hanno corso una gara piuttosto “tranquilla” non avendo nulla da chiedere in termini di campionato. I due compagni di box sono rimasti lontani dai guai scegliendo di correre con il freno a mano tirato piuttosto che spingere per rimontare. 

In testa alla gara se le sono date tutti di santa ragione tra sorpassi e controsorpassi fino all’ultimo giro con un colpo di scena inatteso.

Ultimo giro


Meuffels e Di Sora sembrano orientati a chiudere in solitario questa gara ma da dietro Ieraci spinge per tornare sotto e provare ad inserirsi. Al Cavatappi però il pilota italiano scivola e lascia campo libero ai leader. Di Sora esce per primo dall’ultima curva ma Meuffels di scia brucia il francese andando a prendersi la vittoria. Perez brucia Sofuoglu e Kawakami salendo sul podio.

Okaya, Kalinin, Sabatucci, Buis e Huertas chiudono la top 10. A punti anche Gennai, Garcia, Orradre, Ton Kawakami e Kroh 

La classifica


SSP300 Estoril, Gara 1: Perez vince la gara, a Buis il titolo